18 dicembre 2009

Come rimorchiare MATEMATICAMENTE in discoteca


Stanno lì per bellezza, mica perché
ci sia la minima possibilità che te la diano



Ricordo che quando ero piccolo - e con "piccolo" intendo "quattordici anni" - pensavo a quando, da grande - e con "grande" intendo "diciotto anni" - avrei finalmente provato anch'io questa famosa pheega, l'oscuro oggetto di culto dell'età prepuberale e non.

E ricordo che io ed gli altri piccoli quattordicenni pischelli ci domandavamo come e dove, all'atto pratico, avremmo potuto reperire l'oggetto delle nostre brame, che ci veniva machisticamente propagandato dai più grandi - e con "i più grandi" intendo "quelli di quindici anni" - come l'unica cosa per la quale la vita valeva la pena di essere vissuta, il senso stesso dell'esistenza, un qualcosa per cui essere pronti a tutto, insomma, in tre parole: meglio del pallone.

E ricordo anche che, alla domanda, appunto sul quali fossero le modalità adatte per ottenere il sopra descritto Santo Graal, spesso ci veniva spiegato "Be', quando hai la macchina puoi andare in discoteca, e poi lì ne trovi, e te le porti in macchina."
Ohmmadonnabyjove!, come diceva un personaggio secondario di un vecchio albo di Dylan Dog! Ma era una notizia fantastica! Altri quattro anni, soli altri quattro anni, e poi via, patente, macchina del babbo e discoteca! Aspettateci, fighe, stiamo arrivando!


E rimanevamo lì, estasiati, felici del nostro futuro garantito di scopatori da discoteca, contenti di poter tornare alle nostre figu ed ai nostri motorini truccati, che tanto, per la fica, non c'era problema, bastava aspettare i diciotto e la disco, non c'era proprio da stare a fasciarsi la testa.

Poi, i diciotto arrivarono, la patente la prendemmo, la macchina del papà pure, ma di raccattare in discoteca proprio non se ne parlava.

Perché, su, diciamoci la verità, chi l'ha mai fatto, 'sto famoso sesso occasionale del sabato sera in discoteca? Io, no di certo, giuro, in tutta la mia vita non ho mai portata a letto (o sul sedile della Punto) una rimorchiandola la sera stessa in discoteca.

A me, che sono intelligente, le prime due serate della mia vita nei luoghi chiamati, appunto, "discoteche", bastarono per capire che di gnocca, lì, non ne avrei mai trovata, tanto più quello non era l'ambiente per un giovane ribelle punkettaro ed anarchico come me, ma scherziamo? Decisi così di dedicarmi ad attività più consone al mio essere, come i concerti, le manifestazione sinistroidi e fare le tre nei pub. Che di donne, oh, ce n'è un po' dappertutto.

Ma siccome so che voi siete fissati (e le parole con cui arrivate a questo blog me lo confermano), mi sono adoperato per aiutarvi, e, applicando quanto appreso in lunghi anni di studi testardi, sono riuscito a trovare per voi morti di figa da discoteca la soluzione definitiva e statisticamente garantita che vi assicurerà la trombata.

Vediamola insieme.


1° punto - La scelta della discoteca è fondamentale
Bisogna optare per un locale grande dove ci siano di conseguenza molte papabili prede. In questo caso aumenteranno le tue possibilità di stare in media, in virtù della Legge dei grandi numeri, secondo la quale, se i tentativi tendono ad infinito, gli eventi positivi tendono alla probabilità statistica.

2° punto - Il vestiario non è importantissimo, basta essere presentabili
Giacca, pantaloni, camicia, calze (possibilmente lunghe) e un paio di scarpe classiche possono andare bene. Il tutto dovrebbe essere possibilmente assemblato in modo che i colori non facciano a cazzotti stile duelli di Matrix tra loro; inoltre sono ammesse variazioni più o meno sportive sul tema (per i principianti, è consigliabile comprare un completo, o farsi consigliare da un'amica).

3° punto - Passare dal bancomat
Come da titolo. Quattro soldacci vi serviranno, per pagare l'ingresso, offrire bevute strategiche, corrompere il parcheggiatore mafioso.
Dopo aver seguito questi tre punti essenziali, possiamo entrare nel locale.

Allora, in una discoteca possiamo trovare un certo numero di tipe, a seconda della capienza del locale. Noi, per semplificare i calcoli, penseremo che questo numero sia 1000, che, per i più tardi di mente, facilita tutto in quanto divisibile per dieci. Queste 1000, anzitutto dobbiamo suddividerle in categorie e stabilire quante di esse ognuna di queste categorie comprende. Approssimativamente, possiamo dire che:

- 300 hanno il ragazzo fisso e sono fedeli
- 300 sono dei cessi per i tuoi gusti
- 100 sono e/o si ritengono troppo fighe, quindi non ti cagano per i tuoi limiti estetici oggettivi (se tu fossi bello, non saresti qui a leggere questa roba, siamo d'accordo, no?)
- 100 sono storicamente prese male per un tizio che non se le caga, quindi è tempo perso
- 100 hanno già puntato un tizio che gli piace e che sicuramente non sei tu (se tu fossi bello ecc.)
- 50 vogliono solo scroccare da bere, farsi due risate e dopo ti dicono: "Devo andare a cercare le mie amiche ché non le vedo da due ore, ci vediamo dopooo!", e per tutta la serata non le becchi più manco se viene giù Cristo a baccagliare con te
- 20 sono lesbiche
- 10 hanno malattie strane che tu non ci tieni ad avere

Rimangono quindi la bellezza di 20 tipe che te la darebbero e che tu ti faresti: non sono poche, il problema è trovarle.

Come si fa? Puoi provarci con tutte le ragazze della discoteca, è un metodo. Allora, hai a disposizione diciamo diciamo 3 ore, quindi 180 minuti; devi tentare con 1000 ragazze, ottieni la media di 10.8 secondi per ogni tipa, ossia ai limiti della velocità della luce, visto che prima di mostrarle l'interno della tua auto devi presentarti, chiederle come si chiama (anche se non ti interessa), da dove viene (anche se non ti interessa), cosa fa nella vita (anche se non ti interessa), se vuole da bere (anche se non ti interessa),

se te la dà (anche se non ti interessa)
.
Questi preliminari ti porteranno via in media, considerando le perdite di tempo per incomprensioni dovute al volume della "musica", dai 10 ai 15 minuti, un lasso temporale che tu non hai a disposizione, visto che a questo ritmo ci potrai provare al massimo con 60/10=6*3=18 ragazze per sera.

Allora, puoi tentare la strada che ti indico io.

Dunque. Su più serate, insistendo sullo stesso locale per dei mesi, avrai la possibilità di conoscere le persone abitudinarie e capire come classificare le ragazze che sono clienti fisse del posto. Diciamo che, passati 3 mesi durante i quali hai potuto individuare le prede, sarai in grado di escludere dalle 1000 tipe quelle che hanno dei limiti costanti nel tempo, ossia le 300 fidanzate con la cintura di castità, i 300 cefalopodi inscopabili, le 100 fissate col tizio della vita, le 20 lesbicone e le 10 con la lebbra. Ti rimane così un ventaglio di 270 tipe, dentro al quale si nascondo le 20 così messe male da darla ad uno come te.

Dobbiamo adesso introdurre un coefficiente empirico, che varia da 0 a 1, ed è personale per ogni individuo, che rispecchia il tuo grado abilità sociale con una persona che non conosci. Questo coefficiente serve a dirci quante tipe, sul totale di quelle che ci starebbero, te la daranno effettivamente se ci provi. Se il tuo coefficiente è 1, te la daranno tutte; se è 0, nessuna. Nel nostro esempio, per poter fare i calcoli, voglio essere buono ed ipotizzo che il tuo coefficiente sia di 0,5.

A questo punto, dividiamo 20 (ossia le ragazze disponibili nei tuoi confronti) per il numero di ragazze con cui devi provarci, ed otteniamo 20/260=0,08=8%, ossia la probabilità fittizia che avresti di scopare se ogni sera ci provassi con tutte le 260 tipe.

Moltiplichiamo per il tuo coefficiente, in questo caso 0.5, ed otteniamo 0,08*0.5=0,04=4%, ossia la probabilità reale che avresti di scopare se ogni sera ci provassi con tutte le 260 tipe.

Ma il numero di ragazze che puoi tampinare per sera è molto limitato. Un numero realistico, come abbiamo visto sopra, è circa 18. Noi, ancora per avere conti facili, siamo un po' pessimisti e diciamo che questo numero sia, al ribasso, 13.

Questo vuol dire che ogni sera andrai a letto con 13*0.04=0.52=circa0.5=circa mezza ragazza.

Ora, siccome a te interessa farti una ragazza intera, e non la metà di lei (anche se è vero che per alcuni sarebbe più che sufficiente, se è la metà giusta), è chiaro che ti serviranno due sere per avere, a livello statistico, la possibiltà di fare centro (0.5+0.5=
1=una ragazza, nel caso foste anche ritardati, oltre che nontrombanti).

Questo vuol dire, riassumendo, che, se ci proverai con 13 tipe per sera, andando in discoteca una sera a settimana, ogni 2 settimane beccherai una che, per i tuoi gusti, è scopabile.


Se pensi che tutto questo sia macchinoso ed assurdo, nonché umiliante, hai ragione.



[Idea presa da un trafiletto
trovato anni fa sul web,
testo e calcoli di Sciuscia]





60 commenti:

  1. Ah-ah-ah... stupendo.

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  2. il mio coefficente è -1,31.
    secondo le teorie del tuo post non solo evito di scopare, ma mi ubriaco e mi violentano nel bagno.
    questi calcoli sono ridicoli: ha più credibilità la trimestrale di cassa.

    RispondiElimina
  3. Perché credi che uno si iscriva ad ingegneria? Per dare credibilità ai suoi calcoli assurdi.

    RispondiElimina
  4. non credevo una mente possibile di cotanti calcoli, ma tu sei un GENIO!!!!
    Davvero :-)

    RispondiElimina
  5. Un genio..? Per aver scritto quattro moltiplicazioni?! E Cauchy chi cazzo era, un fottuto dio?

    RispondiElimina
  6. Basta andare a troie e la scopata è assicurata, tanto pagare per pagare alcoolici meglio che vai da una professionista

    RispondiElimina
  7. Ma vai a cagare! In discoteca, con l'effetto chiaro/scuro dato dalle luci, tutti possono rimorchiare! Se poi non sei schizzinoso, puoi aspettare quella ubriaca (che c'è SEMPRE) e fare centro con facilità. Oppure per una cifra modesta puoi sempre comprarti quelle bambole gonfiabili...

    RispondiElimina
  8. @Scusiscende
    Il mio amico Valcio dice "Quella che paghi meno è quella che paghi subito".

    |dream of clouds|
    Sì, ma l'effetto chiaroscuro vale anche per i cessi che poi ti ritrovi la mattina dopo nel letto.

    RispondiElimina
  9. gran bel post. Comunque, meglio qualcuna che niente. Quand'ero adolescente preferivo alla gran lunga anadare al cinema o a teatro. La discoteca mi è sempre stata sul culo

    RispondiElimina
  10. Hm...
    E dire che le tipe delle chat di cui parlavi un paio di post fa, parlavano delle discoteche come un luogo dove "nei bagni si fa un po' di tutto anche occasionalmente che tanto era una sveltina e via..."
    XD
    Mi piace la storia dei 18 con la patente.
    Io a 23 non l'ho mai fatta.
    ...Che non ho il senso della profondità, io.
    Dio santo...

    RispondiElimina
  11. Il guaio è che hai tralasciato il "fattore rissa".
    Provarci con 260 ragazze significa ritrovarsi nella condizione matematica del 100% di prendere un destro da qualcuna/o. O la ragazza stessa o il suo fidanzato/spasimante/corteggiatore a cui no, non vai proprio a genio.

    E' matematica pure questa, e mi pare un fattore essenziale.
    ...che complica le cose, neanche a dirlo.

    RispondiElimina
  12. vaghestelledell'orsa ha ragione. Di solito appena cerchi di attacar bottone con una figa arriva un truzzo in canottiera e inizia ad insultarti, arrivano i tuoi amici (spera) e poi gli amici del tizio e scoppia una rissa enorme.

    E comunque, credo tu abbia sbagliato i calcoli. Infatti, se riesci ad evitare le risse hai una probabilità di rimorchio molto più alta. Considerando infatti che di solito entri in disco già ubriaco, ti fiondi al bar, prendi un invisibile e lo oneshotti. A quel punto ti senti clark kent coi soldi di Bill Gates e il cazzo di John Holmes. Giri, fai il coglione e prima o poi trovi quella che ti sembra una bella figa e te la fai. Ovviamente il giorno seguente i tuoi amici ti scherniscono perchè la tizia era un mostro deforme.

    PS Importante, se si vuole rimorchiare, è evitare il fattore droga. Di solito infatti, se non vai in discoteche orribili da giacca e cravatta dove ascolti versioni remixate di hit di lady gaga, e scegli posti un pò più "pesanti", può capitare che dopo 5 minuti tu dica: "cazzo, sono ubriaco ma non mi sto divertendo", e a quel punto compaia un tuo amico con delle pasticche, ketamina o una droga qualsiasi, che tu assumerai senza pensarci in quanto ubriaco come una scimmia. E a quel punto le tue possibilità con le fighe scendono sotto zero in quanto la tua mandibola tenta di staccartisi dal resto della testa mentre i tuoi occhi guardano inspiegabilmente in due direzioni opposte. E lo so che fa strano, ma questo alle ragazze non piace.

    Scusa, ho scritto veramente tanto.

    RispondiElimina
  13. Vedo che non hai assimilato la lezione, VSDO.

    RispondiElimina
  14. Bill, io sono a favore dell'uso delle droghe solo quando sono disponibili.

    RispondiElimina
  15. La figa non esiste. E' una trovata pubblicitaria del business delle discoteche.
    Penso a tutti gli uomini che ogni sabato sera vanno in discoteca con la speranza di trombare. Da ventidue anni.
    Metti una media di quindici euro ad entrata, moltiplica per ogni sabato sera in ventidue anni, aggiungi qualche venerdì sera più infrasettimanali estivi, il tutto senza battere un chiodo, ed ecco: con tutti questi soldi, ognuno di loro poteva COMPRARSI una escort al mercato delle schiave di lusso.
    Il tutto per dire: talentuosissimo, Sciuscia.

    RispondiElimina
  16. sciuscia, il problema delle disco è che le droghe son quasi sempre disponibili. Infatti, onestamente io non vado mai in discoteca per provarci con le "fighe" perchè di solito non le vedo neanche.

    E pensare che Welsh in "Colla" continua a dire che l'extasy è la pillola dell'amore, perchè ti fa venir voglia, quasi sentire la necessità di un approccio fisico. Abbracci, baci e cose così.
    Poi eh, io più che voglia d'amore ho sempre avuto voglia di saltare...Magari è un problema mio... Basta vado via che a parlar di droghe mi vien l'acquolina.

    RispondiElimina
  17. certo che all'apparenza sembro proprio un fattone del cazzo!
    ciao!

    RispondiElimina
  18. Giustissimo, Claudio.

    Bill, era una battuta la mia! E' come dire "Fumo, ma solo quando voglio".

    RispondiElimina
  19. C'è uno su yahoo answer che ha trovato l'area di superficie del pene. Sta qua: http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20090917051206AAK3yeA

    RispondiElimina
  20. Che calcolatore!!
    Ciao Terribile Sciuscia'

    RispondiElimina
  21. Geniale.
    Il tuo post è geniale.

    Ma se io vado in disco e mi tiro a lucido e ci sono 1000 ragazzi, che probabilità ho di trovarne uno che sappia mettere tre parole in fila, non si vesta da metrosessuale, non si depili le sopracciglia, nè gambe, nè petto, che non sia un grezzo e che non si defili non appena io apro bocca?!
    Mi sembra davvero poche...o no?

    RispondiElimina
  22. Se tu vai in discoteca, ti basta dire "La dò" per rimorchiare all'istante tutti i presenti. Quindi.

    RispondiElimina
  23. Ok, questo era logico.
    Ma almeno posso rimorchiare uno che mi piace!?
    -.-"

    RispondiElimina
  24. Se su mille non te ne piace nemmeno uno, o sei lesbica o te la tiri più di un tondino di acciaio FeB44k per prove di resistenza a trazione fino a snervamento.

    RispondiElimina
  25. non so che posti frequenti,ma credo che ci sia un errore di fondo nei tuoi calcoli:il rapporto donne-uomini nelle discoteche (almeno dalle mie parti) è di 1:100..farci sesso è impossibile,si può solo sperare che ti ritenga abbastanza imbecille per metterti la lingua in bocca (dalle mie parti gli imbecilli sono quelli che rimorchiano di più)

    RispondiElimina
  26. Da me il rapporto è oltre il 50% in favore delle donne.

    RispondiElimina
  27. Io faccio parte delle 300 fedeli: come consiglio, quindi, posso solo dirti che se mi tocchi i capelli, ti regalo un ematoma. Il che diventa un problema se poi ci devi provare con altre 12 tipe.

    RispondiElimina
  28. Con tutti i soldi che un povero coglione deve spendere per andare in discoteca e CERCARE DI SEMBRARE FIGO, lo stesso coglione può permettersi di adottare una prostituta così magari la toglie pure dalla strada e fa una cosa buona in vita sua. Mannaggia a cristo e speriamo che l'ecstasy vi possa fulminare.

    RispondiElimina
  29. Ed io che pensavo di sbagliare evitando la discoteca e sputtanandomi i soldi a troie...grazie per la conferma matematica! ;)


    Ah, sì, Cauchy era Dio

    RispondiElimina
  30. Se Cauchy era Dio, il Conte De Saint Venant chi cazzo era?!

    RispondiElimina
  31. io in discoteca ci sono finito solo due volte nella mia vita, più una in un discopub che non so se rientra nel genere. la prima mi è successa a 18 anni ma non per la figa, quanto perchè ci avevano detto che nei bagni della disco regalavano l'extasy e noi (io e un paio di amici ingenui quanto me) volevamo vedere se era vero, per cui pagammo entrammo e passammo metà della serata nei cessi, ma ovviamente non ne trovammo. la seconda mi ci ha portato un mese fa il mio prof di fotografia, lui sì grande acchiappatore di figa, e se non ricordo male mi sono addormentato su un divanetto laterale mentre lui ballava con una ragazza con 40 anni meno di lui.

    RispondiElimina
  32. Alle superiori non la studiavo perchè tanto pensavo "ma che studio a fare se non ci posso neanche fare la spesa al supermercato?"
    Ahime, ero nell'erroneo. Se avessi preso almeno un 6 in quinta superiore ora starei a calcolare il coefficiente di probabilità di scoparmi la cassiera del supermercato..
    Anche se, dal calcolare allo scoparla.. per ora mi limito ai più subdoli riferimenti subliminali:
    "la vuoi la busta?"
    "oh si, ti prego dammela che ne ho proprio voglia".

    Grazie per la guida, che comunque non mi tornerà utile.

    RispondiElimina
  33. se la dessere più spesso non ci sarebbe droga in circolo nelle discoteche. Dannate donne, sempre colpa loro.

    RispondiElimina
  34. mi devo segnare questi appunti...ahaha

    ciao sciuscia e buone feste

    RispondiElimina
  35. Grazie anche per il commento di oggi e buon fine settimana :-D

    CIAO!!!

    RispondiElimina
  36. Toh, ho trovato un genio dei numeri: buono a sapersi per prossime eventuali consultazioni. Ma, riprendendo il filo, posso capire che uno si profumi anche esageratamente per aumentare l'appeal, in un qualsiasi dove , ma che ne è della spontaneità o dell'attrazione fatale? Son troppo vecchia? altro secolo?
    Bah.

    RispondiElimina
  37. ottima guida ... troppo tardi ora, ma non si sa mai..

    RispondiElimina
  38. essendo un tuo mezzo collega(si sono un pazzo che si è iscritto in matematica) trovo il post molto divertente anche se non so fino a che punto la matematica possa aiutare in questo caso (io di solito preferisco la tangenziale, le probabilità sono al massimo)

    ah per inciso: si, Cauchy era un Dio, ma si vede che di figa non se ne intendeva tanto a giudicare dai suoi teoremi!!!

    RispondiElimina
  39. Tangenziale?! Ora non venire qua a mettere zizzania parlando di geometria descrittiva.

    RispondiElimina
  40. di la veritá Sciuscia non ci dormi la notte?! Einstein a confronto raccontava le barzellette! sono cosí disperato che sono pronto ad applicare la formula by Sciuscia, l'ultima freccetta da tirare! ad anno nuovo, via! tanto qui le discoteche da 1000 persone e piú ci sono

    RispondiElimina
  41. Boia, questo teorema non vale per la Spagna. Perché è scritto coi numeri italiani.

    RispondiElimina
  42. Adesso ho capito: il mio coefficiente empirico era zero. In più a me le discoteche danno l'agorafobia.
    Ma le 300 inscopabili sono ancora libere?

    RispondiElimina
  43. Se le è fatte il buttafuori con ritardo mentale lieve mentre voi leggevate il post.

    RispondiElimina
  44. Ma con ritardo mentale lieve del buttafuori o delle 300?


    (Maledetti meme di Internet. Per tutto il tempo non facevo altro che sentire "SPARTAAAAAAAA" nella mia mente)

    RispondiElimina
  45. con questo credo che la discotecha non è luogo per me

    RispondiElimina
  46. Non hai tenuto conto del tempo che uno impiega a ripassare questi calcoli, mentre è in discoteca, per capire su quale ragazza buttarsi.
    Cmq, per esperienza personale, ho imparato che in discoteca è più proficuo buttarsi sul bere.
    Costa meno e non ti manda in bianco ;-)

    RispondiElimina
  47. eheheheheh
    le tue statistiche credo siano proprio le più affidabili del pianeta!!!
    buona domenica sera con atmosfera natalizia ^_________^

    RispondiElimina
  48. AHAHAHHA...ma sei un genio cazzo!

    RispondiElimina
  49. Un mio professore diceva che "la realtà è soltanto un caso particolare di un modello".
    Chissà perchè, questo post me lo ha fatto ricordare. :-)

    RispondiElimina
  50. Resta il fatto che il numero di ragazze troie in discoteca è uguale al limite di 1/x con x -> 0.

    RispondiElimina
  51. Ok, ma è solo un limite, c'è sempre la speranza di collocarsi tra la funzione e l'asintoto.

    (...no, vero?)

    RispondiElimina
  52. "Devo andare a cercare le mie amiche ché non le vedo da due ore, ci vediamo dopooo!"

    E' una frase che hai sentito spesso, eh SCIUSCY ? ahahah

    Comunque io ho il mio metodo:

    iena: "ciao"
    ragazza: "ciao"
    iena:" scopi ? "
    ragazza: "no"
    iena: "ciao"
    ragazza: "ciao"

    Circa 8 secondi di media. Il tempo si prolunga se nel mentre ho una collutazione violenta con il presunto fidanzato.

    p.s. sto post mi ha ricordato il monologo di Ceccherini in "lucignolo" sulle seghe

    RispondiElimina
  53. io ho la teoria una ogni sei che conosci la puoi portare a letto. se va a ballare il liscio una su 4 .

    RispondiElimina
  54. Meno matematica, come teoria, ma comunque accettabile.

    RispondiElimina
  55. engineer do it better

    quelli che non apprezzano possono astenersi dallo sparare cazzate anche se, mio malgrado, sono la maggioranza

    RispondiElimina

SATIRA SCIUSCIESCA non censura, ma spam, bot e sostenitori degli Uddùe saranno segati.