18 gennaio 2010

Del terremoto ad Haiti me ne sbatto il cazzo



Haiti, 13 Gennaio 2010: il paese è devastato da un terremoto della potenza di oltre 30 bombe atomiche. Sconcerto del Presidente USA Obama per la notizia: "Ci impegneremo per produrre atomiche più potenti."

Scatta subito la macchina dei soccorsi: caschi blu, ONU, Nazioni Unite, e poi basta, ho finito i sinonimi.

Ovviamente, non mancano le iniziative solidali: "manda un SMS e dona due euro", "raccolta fondi internazionale", "preghiamo per Haiti", "un pompino per Haiti"*.

*devo smetterla di farmi suggerire le battute da Ratzinger

Be', sapete che vi dico, cari benefattori televisivi dei miei coglioni? Che io non do una lira, stavolta! Non lo mando l'SMS! Non la faccio beneficenza! Non mi sento in colpa per essere nato in un paese ricco!

E lo sapete perché?

Perché ad Haiti, prima del terremoto che ha posto fine alle sofferenze di qualche decina di migliaia di esseri umani, non è che se la passassero poi così bene, sapete?
Ad Haiti, se un bambino di un anno viene estratto dalle macerie, con due probabilità su tre non arriva ai cinque, di anni.
Haiti è l'emblema della povertà del terzo millennio, è un paese definibile del quarto mondo, anche se è "occidentale". Gli haitiani sono ai primi posti delle graduatorie mondiali per malnutrizione, analfabetismo e aspettativa di vita. Vivono in condizioni di estrema povertà e degrado; gli mancano beni di prima necessità come l'acqua potabile ed il cibo. Come se non bastasse, l'AIDS secca più di 120.000 persone all'anno (più del terremoto, quindi) e l'energia elettrica non arriva neanche in tutta la sola capitale.
Ah, sì, Haiti è anche un posto dove un giorno no ed uno sì c'è un sanguinoso colpo di stato volto a rovesciare la democrazia che ancora fatica ad insediarsi in quel paese, ma di questo non ci frega molto, i nemici sono Bin Laden, Ahmadineijadczzosichiama ed i musulmani in genere, i dittatori haitiani sono gente simpatica, non serve esportarci la democrazia, ad Haiti.

Ora, egregi signori preoccupatissimi per le sorti di questo povero popolo, gentili giornalisti intenti a raccontare ogni giorno la tragedia caraibica, simpaticissimi conduttori sempre pronti a ricordarci l'importanza delle generosità, perché, di fronte a questo, non andate a pigliarvela in culo? Perché non me le avete mai dette, queste cosucce? Perché vi siete accorti solo ora di quanto sono disgraziati questi haitiani? Perché non ve la prendete in culo (forse lo avevo già detto)?

Ma soprattutto: se a me, giovane occidentale fortunato che mai ha patito e mai patirà la fame, non fregava un cazzo di Haiti fino a ieri, se fino a ieri ad Haiti sono morti bambini come mosche senza che io ne soffrissi minimamente, se fino a ieri ero molto più preoccupato di riuscire a comprarmi un buon esterno di centrocampo per potenziare l'Inter su PES, mi spiegate per quale motivo adesso che è arrivato il terremoto dovrei fare finta di cadere dalle nuvole, di accorgermi che c'è gente al mondo che sta di merda, di aprire il mio cuore e di sentirmi in colpa?

Sapete perché questa tragedia ci tocca così tanto? Non perché ci interessi di Haiti o degli haitiani, chi se li incula, quelli. Ma perché la fame, la miseria e la morte che loro sperimentano ogni giorno per noi sono fantascienza, roba da telegiornale, roba che "eh il mondo va così io non posso farci nulla". Ma un terremoto che ti rade al suolo una città, quello invece può capitare a tutti, anche a noi, come abbiamo visto nemmeno un anno fa.
Linda Santaguida a "Buona Domenica" mentre sensibilizza
il pubblico sulla gravità della situazione di Haiti







100 commenti:

  1. A' Sciuscia! Emmandagli sto euro, cazzo.
    Cosa fai, ti impunti su queste cose? Non va mica bene.

    RispondiElimina
  2. Tra l'altro è ridicolo quest'omino di obama che fa a chi ce l'ha più lungo con gli altri stati per la beneficenza mentre sono proprio gli usa che girano e rigirano il governo di haiti come un calzino da una trentina d'anni (se non di più, co sto cazzo di 2010 ho perso i riferimenti).

    RispondiElimina
  3. sono allibito da come si possa prendere con tanta leggerezza un evento del genere: walcott dell'arsenal, walcott dell'arsenal!

    RispondiElimina
  4. è la cosa più vera, sincera ma anche profonda che ho letto sull'argomento terremoto ad haiti

    anche perché non è che ho letto molto sull'argomento :D

    RispondiElimina
  5. Le tue analisi non solo mi piacciono ma le condivido..e' chiaro e leggibile il paradosso e senno' che satira sarebbe.
    ;)

    RispondiElimina
  6. Due piccoli spunti di riflessione:
    1) Cazzo ma come fai a cercare un esterno. Devi giocare col 4-3-3!!!!!
    2) Quanto devo donare per essere sensibilizzato dall gnoccolona?
    3) Fortuna che non è ancora uscito un coglione a dire che vuole il prossimo G8 ad Haiti!

    RispondiElimina
  7. Dalla foto si capisce che quel terremoto ha aperto una voragine :O

    RispondiElimina
  8. sottoscrivo tutto....

    ma sei Luttazzi?

    RispondiElimina
  9. Beh io gioco con un mediano, due trequartisti e un attacco a 3 con le ali che allargano il gioco. Prova, spacca i curdi.

    RispondiElimina
  10. Ciao Sciuscia, piacere di conoscerti. No, non voglio sponsorizzare il mio blog, che tra l'altro è molto più "tranquillo" del tuo. Se poi fa schifo (il mio blog), non lo so, però mi impegno per renderlo interessante.

    Il tuo post è "forte", mi ha colpito e mi ha fatto pensare. In effetti credo che tu abbia ragione. Il mondo è pieno di retorica e di ipocrisia. Complimenti per la tua schiettezza.

    Ciao. Antonio

    RispondiElimina
  11. Che poi, dico io, fanno tutte queste iniziative della minchia tipo "Due Euro per Haiti"...Con tutte le persone ricche e potenti sulla faccia della terra vuoi vedere che Haiti mo la salvano spendendo i miei 2 Euro.

    Ma fatemi il cazzo del piacere, fatemi.

    RispondiElimina
  12. @Calzino
    Il punto non è l'euro.

    @ed*
    Onestamente sto puntando Hartman, giovane promessa col futuro da fenomeno già segnato.

    @Conte
    Ci gioco sempre, ma sono solo alla seconda stagione e non ho ancora trovato due ali che vadano bene (Ok, diciamolo, se non è Ronaldo per me un'ala non va bene. Ma perché non me lo danno?!)

    @GoDog
    No, Luttazzi è qdg, lo sanno tutti.

    @Drugo
    Io tendo sempre ad avere un mediano, due centrali con tendenza offensiva, e poi pure io due ali.

    @Antonio
    Benvenuto. Presto non potrai più fare a meno di me. Ed allora farai tutto quello che vorrò, dal sesso anale al tressette col morto.

    RispondiElimina
  13. Ci può stare la critica, anzi ci sta...tutta. Ma della tua morale ci rimettono solo quei poracci, che hanno (come hai detto te) un destino già bello scritto...se c'è anche solo una minima e lontana possibilità che il 10% del mio cazzuto sms denaroso arrivi ad uno di loro...bhè, allora lo mando. Fanculo tutti.

    RispondiElimina
  14. L'SMS l'ho già mandato, se è per quello. Come l'ho mandato per il terremoto in Abruzzo, come l'ho sempre mandato e sempre lo manderò per ogni cazzo di tragedia in cui pare che servano milioni di SMS da due euro invece che l'intervento di quei quattro o cinque governi che contano davvero.

    Ma il punto non è l'SMS.

    Anche dopo il terremoto dell'Abruzzo ci siamo improvvisamente scandalizzati del fatto che gli appalti del sud fossero in mano alle mafie che fanno il cemento armato con la sabbia. Ohmmiodio, e chi se lo sarebbe mai immaginato?!

    RispondiElimina
  15. Hai ragione. Nessuno s'importa o s'importerà degli haiti di questo mondo. Al limite si guarda la tv, si fa una smorfia, si manda l'sms e si va a cenna con gli amici discuttere il terzino mancante.

    L'Haiti, come Craxi, sarà riccordato ogni dieci anni.

    RispondiElimina
  16. Esterno di centrocampo, esterno di centrocampo, cazzo! Non terzino. Quello ce l'ho già, Rausch, giovanissimo talento tedesco destinato a toccare il 90 di valutazione generale, ve lo consiglio.

    RispondiElimina
  17. Sei un cinico bastardo (si, lo so, già te l'ho detto, ma volevo ribadirlo nel caso ti fosse sfuggito).
    Ah, comunque FORZA ROMA.

    RispondiElimina
  18. Sciuscia ti sei dimenticato di dire che fino a settimana scorsa Haiti per il mondo occidentale (me compresa) era solo spiaggia.

    RispondiElimina
  19. Per alcuni lo è anche ora:

    http://www.corriere.it/esteri/10_gennaio_18/haiti_nave_crociera_ketty_areddia_c7cfbf6a-0422-11df-9eeb-00144f02aabe.shtml

    RispondiElimina
  20. Hai perfettamente ragione. Che poi se questi poveretti senza ormai più niente, che nonostante gli euri degli sms e la solidarietà mondiale, non avendo più un cazzo decidono di migrare, e qualcuno dovesse inavvertitamente venire in Italia, gli stessi che ora si disperano davanti la tv saranno i primi a imbracciare spranghe, che siano mediatiche o reali, per lanciarsi a massacrare il clandestino.

    RispondiElimina
  21. E' un altro motivo per il quale gli haitiani ci stanno simpatici: sono troppo lontani per venire da noi.

    RispondiElimina
  22. E' vero sciuscia, questo mondo si accorge dei paesi in difficoltà solamente quando succedono tragedie, quando vanno di moda ad esmpio il Darfur. Questo è un mondo che va 2000 all'ora, che passa davanti ai popoli che non hanno un cazzo e si gira dall'altra parte, un informazione che tra qualche mese si sarà dimenticata di Haiti... ne abbiamo avuti esempi del passato non è che ora le popolazioni colpite dal maremoto stiano bene, in eritrea si muore ogni giorno e l'elenco potrebbe continuare rimanendo anche nei nostri confini. Le riflessioni che andrebbero fatte sono quelle sugli aiuti, sul fatto che un'organizzazione come l'onu non riesce a controllare la situazione e delega agli stati uniti che, come dici anche tu, fanno parte di quei paesi che fino a ieri non cagavano haiti... le tue parole vanno dritte al problema il il mondo, i paesi ricchi se ne fregano dei problemi reali. Ad esempio solamente il senegal ha fatto una proposta concreta ospitare gli haitiani che vogliono lasciare il paese e ricominciare una vita in senegal.
    Da parte nostra credo che sia giusto dare un contributo agli aiuti, più che finanziario (che magari si perde nelle stanze di qualche simpatico governo) direi soprattutto di vestiti.
    E poi provare ad interessarsi di più ai problemi del resto del mondo non solo quando ci sono tragedie di questo tipo.
    un saluto

    RispondiElimina
  23. Anche io non manderò l'SMS... non mi fido per niente.

    Grazie mille per il commento (non ho nulla contro Gualdo Tadino), CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  24. Della tua ragione (perchè è ovvio che hai ragione) gli haitiani non se ne fanno un cazzo. L'onda emotiva provocata dal terremoto deve portare benefici a loro e mica a te o alla tua coscienza.
    È più importante aiutare chi è in difficoltà o fregarsene perché tanto siamo stronzi lo stesso?

    RispondiElimina
  25. E un'onda emotiva che portasse la gente ad interessarsi dei paesi poveri anche quando non li rade al suolo il terremoto..?

    RispondiElimina
  26. Niente è come ora.

    A meno che non vogliamo fare finta che 120 milioni di euro (2€ x popolazione italiana) possano cambiare le sorti di Haiti più di una diversa politica di qualche paese - che so, gli USA.

    Eppoi, ripeto, i du' euri li ho già mandati, non è quello il punto.

    RispondiElimina
  27. Chissà cosa succederebbe se un terremoto radesse al suolo Kabul.

    RispondiElimina
  28. Ma quello che ha in mezzo alle gambe sarebbe il salvadanaio?

    RispondiElimina
  29. Sì, tocca inserire la moneta.

    RispondiElimina
  30. In effetti hai cinicamente ragione, il fatto è che ci si ricorda di quei poveracci quando succedono cataclismi naturali e ne muioiono tanti in un colpo solo...del resto se Haiti fosse Dubai sarebbe più "gradito" un terremoto?
    Nella Russia degli Zar si sono incazzati un pochetto ed è successo quello che è successo e poi quelli dopo hanno fatto pure peggio, lì che sono a due passi dagli yankee ci sarebbe la controsommossa...
    Certo però che in quel paese non esiste tregua e Dio..
    (ma perché Dio esiste?)
    Io non mi sento colpa, ma la disperazione al cubo di quelle persone è tangibile e vera, mica quella dei concorrenti del grande fratello...

    Comunque il derby lo vinciamo noi ;-)

    RispondiElimina
  31. non sinonimi ma acronimi! :D
    cmq son d'accordo..
    G.

    RispondiElimina
  32. sciuscia hai fottutamente ragione.
    e la santaguida mi ha convinto a fare un bonifico.

    RispondiElimina
  33. Esiste ancora buona domenica?!

    Sciu, condivido.
    E il morbo di mostrare le immagini più dolorose, ne vogliamo parlare?
    Tanto fra un mese non se ne ricorrda più nessuno.
    Ieri ho visto il film sul capitalismo di Michael Moore, dove si menziona il fatto che certe tragedie non colpiscani mai i grandi capi/banchieri/etc...

    RispondiElimina
  34. Ah Sciuscia... spero che tra i giornalisti che se devono andare a prenderlo nel culo non ci sia anche io... a parte questo particolare anale, condivido tutto il resto...

    RispondiElimina
  35. Ah Sciuscia... spero che tra i giornalisti che se devono andare a prenderlo nel culo non ci sia anche io... a parte questo particolare anale, condivido tutto il resto...
    Roberto V

    RispondiElimina
  36. ben detto Federico.
    Per principio non invierò nemmeno un centesimo. Non mi fido di queste iniziative pseudo-beneficiarie. Dubito fortemente che i soldini andranno là

    RispondiElimina
  37. @Canemacchina
    Noi dell'Inter, dici..?

    @G.
    No, sinonimi.

    @Roberto
    Visti i giornalisti italiani, sei sicuro di volere tale classificazione..?

    @Fabrax
    Mah, quanto a quello mi fido.

    RispondiElimina
  38. Contando che ho volutamente evitato tutto quello che potevo evitare su questo terremoto (e la "moda mediatica" del momento) e sei l'unico che mi sia dato la pena di leggere, dovresti sentirti molto onorato.
    Io d'altro canto spero di scrivere così un giorno. Sarà difficile ma ci si prova.
    Ps: se invii 999 sms la gnocca te la spediscono a casa! Me l'ha detto mio cugggino!

    RispondiElimina
  39. Un imbattibile provocatore, nel bene e nel male.
    Bravo Sciuscia.
    Silvia

    RispondiElimina
  40. ci impegneremo a produrre atomiche più potenti è geniale.

    RispondiElimina
  41. Touché. Non c'è che dire.

    Non dimentichiamoci anche la quantità di Haitiani che ha fatto fuori quel simpaticone di Trujillo, amabile dittatore dominicano. E nemmeno troppi anni fa...

    RispondiElimina
  42. beh, sei un grande...
    ...arcade fire "haiti" (da funeral, 2004), colonna sonora mentre componi il 48548 per il tuo SMS...
    (ma perchè è sempre 48548 quando c'è una tragedia? non è che 'sto numero porta sfiga?)

    RispondiElimina
  43. Haiti è il nome del mio gatto. Non credevo ci fosse una catena di solidarietà per aiutarlo.. le scatolette al pesce sono le sue preferite.

    RispondiElimina
  44. http://fainaincazzosa.myblog.it/archive/2009/04/07/terremoto-bastardo-non-mi-avrai.html

    ...ho trovato il tuo punto di ispirazione (almeno iniziale, poi sei esploso col tuo stile)?
    Però come al solito tu ne parli in maniera molto più umana e satirica. Ti vedo meno strafottente.
    Quanto al terremoto, bé si commenta da solo. Il mondo "democratico" che piange lacrime di coccodrillo. Ci mancano solo gli aiuti delle multinazionali, così i bambini sono subito pronti per tornare al lavoro.

    RispondiElimina
  45. @Silvia
    We, te devi passare più spesso :) !

    @Muscina
    Non so di chi parli. Sono un occidentale ed ho scoperto che Thaiti esiste solo da una settimana.

    @Emix
    E' sempre un onore, purtroppo troppo raro :(, avere qui da noi il boss di Drink!, il blog videoludico che non si scompone di fronte agli eventi sismici.

    @Jaeum
    La differenza tra me e Faina è che lui non ti tende mai la mano nemmeno per un istante, durante il post: devi piangere. Ed è un maestro, in questo. E' solo una questione di gusti, se, come me, valuti un post solo in base all'essere scritto bene o scritto male.
    Comunque, STAVOLTA non ho copiato da lui.

    RispondiElimina
  46. a me il terremoto ha aperto gli occhi. Prima non sapevo nemmeno che esistesse, Haiti.

    Non che adesso esista, intesi.

    RispondiElimina
  47. Questo tuo post mi ha fatto rabbrividire.
    E nel senso peggiore del termine.
    Non è "cosa" dici, perchè potrebbe anche risultare condivisibile; ma "come" lo dici.
    Mi conosci a sufficienza per sapere che sono persona nient'affatto incline ai buonismi, e la retorica la rigetto totalmente.
    Ma hai sbagliato mira stavolta. Troppa rabbia, indirizzata (di riflesso o non) verso un Paese che non ha nessuna colpa.
    Gli abitanti muoiono di AIDS? E forse è questo un motivo valido per non spendere l'euro del messaggio (ho letto che gliel'hai mandato, ma l'impostazione del tuo discorso è quella)?
    Muoiono molti bambini entro i 5 anni di vita; quindi è un motivo sufficiente per non affannarsi a far campare un bambino di 2 anni altri 3?
    Boh, vedi te...

    RispondiElimina
  48. Il terremoto di Haiti e la santificazione di Craxi sono avvenute più o meno allo stesso momento, ho forti sospetti che le due cose siano intimamente connesse a un livello metafisico.

    RispondiElimina
  49. Personalmente comunque il secondo fatto mi ha colpito molto più del primo.

    RispondiElimina
  50. "Sinonimi", io ho capito: complimenti per la finezza :)

    Sono d'accordo su tutta la linea. Questa ipocrisia moderna è veramente nauseante.

    RispondiElimina
  51. VSDO, la rabbia non è indirizzara contro Thaiti. E' indirizzata contro di me, che fino a ieri nemmeno sapevo dove fosse, Thaiti. Eppure, nonostante questa mia ignoranza, a Thaiti stavano di merda pure allora.

    RispondiElimina
  52. ...
    ...
    ...
    Nessuno si è accorto che Sciuscia sta continuando a scrivere Thaiti al posto di Haiti?!?
    :)

    RispondiElimina
  53. A dimostrazione del fatto che di questo posto non fregava proprio nulla a nessuno, prima dell'arrivo dei gradi Richter.

    Però nel post l'avevo scritto giusto, oh.

    RispondiElimina
  54. sono d'accordo sul buonismo di circostanza, Sciuscia; ma il fatto di non aver saputo nulla sul "prima" non è una giustificazione sull'aridità del presente.
    Non è certo un SMS che cambia la sostanza, va bene; ma la rabbia e l'indifferenza vanno rivolte contro ben altri interpreti della storia, non contro i popoli.
    E nella storia, tutti abbiamo una parte di consapevolezza.

    RispondiElimina
  55. Sono appunto rivolte verso quegli interpreti. Verso quei media che solo oggi mi fanno sapere quanto è un casino ad Haiti, per esempio.

    RispondiElimina
  56. Credo che tu abbia scritto quello che molte persone hanno paura ad ammettere. Però la Santaguida mi ha...sensibilizzato!

    RispondiElimina
  57. 4-3-3 e punto.
    si vede che sei comunista e interista (senti ki parla..). non ci capisci un cazzo nemmeno su PES..

    RispondiElimina
  58. Ma io lo voglio fare, il 4-3-3! Se solo mi date tempo di acquistare le ali, cazzo! Che palle che siete!

    RispondiElimina
  59. Eh-eh-eh... ti ringrazio anche per il bel comment di oggi :-D

    CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  60. ma che spreco 4 difensori, vai di 3-4-3 con i 2 esterni di centrocampo... con il 4-3-3 i 2 dietro le 3 punte se li fai giocare come ali ti lasciano un buco enorme in mezzo al campo, se invece li tieni più centrali ti creano solo traffico. (la cosa triste è che probabilmente all' onu staranno disquisenso sugli stessi argomenti, ma ne sono certo, con più fervore)

    RispondiElimina
  61. 3 4 3 decisamente! Come il grande Gasp!

    RispondiElimina
  62. Scusate, ma io senza terzini non ci so giocare. A meno che non stiate proponendo di giocare con un centrale e due terzini, tutto può essere, per carità, d'altronde se Lippi ha vinto un mondiale bisogna essere aperti anche all'eventualità che domani arrivino i marziani.

    In ogni caso, non è che sono pazzo a giocare con due ali e due esterni. E a centrocampo, non mi si creano ingorghi, visto che tengo, nel 4-3-3, un mediano che dà copertura alla difesa e due centrali abbastanza stretti che attaccano, percuotono e fanno le seghe al papa per vie centrali.

    RispondiElimina
  63. Una lira potresti dargliela, in fondo da anni c'è l'euro... ;-)

    RispondiElimina
  64. andrebbe bene anche il 4 3 3 ma se cerchi difensori forti che sanno allargarsi all'occasione e esterni offensivi che vengono ad allinearsi al centrocampo il 3 4 3 è servito

    RispondiElimina
  65. Ok, caso mai col cambio di modulo quando attacchi.

    RispondiElimina
  66. tranquillo barnetta del bayer leverkusen..a pes da sempre una mano e sta sia a destra che a sinistra

    RispondiElimina
  67. Ciao! Sono d'accordo con ciò che hai scritto, anche con il terremoto all'Aquila è stato lo stesso.
    Ora a stento se ne sente parlare.

    Tutto questo buonismo mi dà la nausea...

    Bel temperamento e bel post!

    RispondiElimina
  68. Pensa positivo: tanti adesso sanno dov'è Haiti.

    RispondiElimina
  69. Anche a me non frega un cazzo di Haiti.
    Mi preoccupo piuttosto di dove sia l'epicentro di Linda Santaguida.

    Un lettore di sinistra.

    RispondiElimina
  70. Mi rifiuto di parlarne, l'SMS è come la ex marca da bollo, non si nega a nessuno, ma scoprire solo attraverso le disgrazie che il quaternario non si è ancora esaurito, mi fa girare le nocciole.
    Ben scritto Sciuscia.

    RispondiElimina
  71. Quanto ti adoro quando sei così cattivo. Per il resti diciamo che non hai torno. Pensa al fatto che il presidente del consiglio dell'italia ha chiesto di azzerare il debito. Ora. (leggi: oddio che ipocrita). E ora gli arriva Bertolaso. Da aprile son passati 9 mesi.

    Efficcentissimo.

    RispondiElimina
  72. Dissacrante e terribilmente vero. Grazie

    RispondiElimina
  73. Già 'sti qua son messi di merda, noi gli si manda pure Bertolaso.

    RispondiElimina
  74. io sto con gli Aitiani e ho chiesto a mia moglie, 62 anni, se le piacerebbe come a me di adottarne uno di quei bambini che secondo il tuo scritto non arriverà a 5 anni ...

    RispondiElimina
  75. E non è poco :) .

    Peccato che non esistano convenzioni internazionali tra il nostro Governo e quello di Haiti, quindi il tuo desiderio è destinato ad essere deluso, temo.

    Domanda: chissà quanti di quelli che si stracciano le vesti per Haiti sarebbero disposti ad avere in Italia i profughi haitiani come immigrati.

    Mi salgono su tante bestemmie.

    RispondiElimina
  76. io continuo a sostenere che Bertolaso porta sfiga, appena lo hanno mandato ad haiti è arrivata un'altra scossa... vero quello che dici sciuscia molti di quelli che si stracciano i vestiti non accetterebbero i profughi haitiani

    RispondiElimina
  77. A nessuno frega un cazzo di 3/4 del pianeta alla fame,figurarsi di haiti.D'altronde poi in paesi così,è facile che il dittatore locale si fotta la maggior parte degli aiuti alla faccia del popolo.E'ovvio che il post è una provocazione,un paradosso,l'euro si dà a chiunque,ma basta con la solidarietà puzzona e ipocrita che viene fatta solo a comando,e con l'indifferenza totale quotidiana dopo le emergenze.Fa bene sciuscia a ricordarlo.E giustamente non è stato il primo ne il solo:
    http://www.gennarocarotenuto.it/7133-ma-io-per-il-terremoto-non-do-nemmeno-un-euro/

    RispondiElimina
  78. Ora che me lo fai venire in mente, mi ero dimenticato di aggiungere una cosa: l'euro è lava-coscienza. Non me ne frega un cazzo del terzo mondo e me ne sono sbattuto fino ad ora, quindi mando l'euro e mi ripulisco dai peccati. Mandare l'euro serva a giustificarsi dell'indifferenza avuto fino ad ora e di quella futura.
    Troppo comodo!

    RispondiElimina
  79. L'ho capito che il punto non è l'euro. L'ho capito che ce l'hai con l'ipocrisia della gente. Ma finchè stiamo qui farci delle seghe mentali e non agiamo... allora non cambierà mai un cazzo.
    Agisci, cazzo. Fregatene di tutto quello che ci sta intorno. Dai a chi non ha, che i terremotati non c'hanno mica colpa di vivere in un mondo così di merda...

    RispondiElimina
  80. Dare a chi non ha non vuol dire un SMS ad un euro.
    Dare a chi non ha vorrebbe dire mettersi a ripensare daccapo un mondo dove anche solo il semplice fatto che io sia qui a scrivere sottende gente che muore in qualche paese povero.
    Onestamente, io credo che sarei pronto a vivere peggio di come vivo ora per far vivere tutti un po' meglio. Il resto del mondo lo è?

    Voglio scappare su un'isola deserta, cazzo.

    E portarmi solo Laura e una buona scorta di birra.

    (non fate quella facce, come cazzo la produco la birra, su un'isola deserta?!)

    RispondiElimina
  81. Fregatene se il resto del mondo non lo è. E baciati il culo per essere nato nell'emisfero giusto del mondo, porcozzio!
    W la birra, comunque.

    RispondiElimina
  82. Io invece sai cosa vi dico io qst 2 euro li mando e se nn verranno apprezzati da loro verranno apprezzati da Dio..xke la gente spende milioni x votare il grande fratello,amici e tanti altri stupidi show e nn spende 2 euro x dei poveri bambini!

    RispondiElimina
  83. E come fa chi ha scoperto che dio non esiste..?

    RispondiElimina
  84. con 3 euro ne stavo vincendo 750, peccato che il terzo cavallo della mia tris sia arrivato ultimo... avrei potuto donare 750 euro ai bimbi di haiti, o a Dio, vabbè ormai è andata

    RispondiElimina
  85. @Emanuela:

    Se Dio esistesse non saremmo messi così male. E no, non vale dire la stronzata del "libero arbitrio".

    @SCIUSCIA:

    "E come fa chi ha scoperto che dio non esiste..?"

    S'attacca al cazzo. Semplice :D

    RispondiElimina
  86. Franky, se dio ha fatto arrivare ultimo il terzo cavallo avrà avuto un suo piano divino, no?

    Presumibilmente, aveva scommesso su quello che è arrivato primo.

    RispondiElimina
  87. Non so come ma la foto della Santa-guida mi ipnotizza.Mi ha sensibilizzato, ma non su Haiti.Forse sarà che con quel nome è carismatica,ti viene voglia di seguirla

    RispondiElimina
  88. c'è chi pensa che i bambini morti di haiti siano cadaveri squisiti

    [..]

    c'hai ragione su tutta la linea, bro.
    E' ormai diventato impossibile per me, non incazzarsi, sentendo tutto il finto buonismo del cazzo della gente.
    Ma che merda che siamo.

    RispondiElimina
  89. Ahmaninejad. Si chiama Ahmaninejad ;-P

    RispondiElimina
  90. Ad essere sinceri è Ajhmadinejad,ma s'era capito lo stesso

    RispondiElimina
  91. Ok. Colto sul fattaccio.

    RispondiElimina
  92. Finalmente qualcuno che la pensa come me! I veri problemi sono altri!!

    RispondiElimina
  93. Cavolo ieri sera assonnatissima non ho letto bene questo post.
    Hai tutta la mia stima, il buonismo ipocrita all'italiana è imbarazzante.

    E tra l'altro, qui da noi, abbiamo ancora gente che vive in container per un terremoto che in Giappone avrebbe fanno si e no ondeggiare un grattacielo.

    Essì, la cara Italia del G8 con tra i primi 10 Stati con il PIL più elevato....

    RispondiElimina
  94. Fingiamo che abbia scritto bene il commento precedente.....

    RispondiElimina
  95. Bellissimo post.
    Non per fare il classico commento radical-chic, ma in questo momento farei molto volentieri beneficienza, chessò, al Venezuela, al Burundi o alle Filippine.
    Perché sono convinta che, oltre che tutti i cazzi lazzi e pizzi, nel momento in cui succede qualcosa come il terremoto di Haiti, quel poco di benefienza "regolare" che si fa più o meno a tutti i paesi che abbisognano, viene dirottata in massa. Scommetto che in questo mese i paesi che hanno avuto la sfiga di non avere un terremoto (che il cielo mi fulmini per questa frase) l'unica conseguenza che hanno patito é di avere se possibile ancora meno soldi di prima. Perché improvvisamente la luce é tutta altrove... Un disastro simile é una tragedia non solo per chi lo subisce, ma anche per chi passa in secondo piano e non può permetterselo.

    RispondiElimina
  96. cazzate, il mio
    http://ragnovelenoso.blogspot.com/2010/05/invia-merda-al-48666-per-donare-2-euro.html
    è molto più bello perchè c'è di mezzo anche Balotelli.

    PS: però porc'odio...

    RispondiElimina

SATIRA SCIUSCIESCA non censura, ma spam, bot e sostenitori degli Uddùe saranno segati.