15 gennaio 2010

Il pippone retorico devastante anticapitalista su MTV

Nemmeno ci provo, a partire da lontano, che questa roba è già abbastanza lunga ed illeggibile così com'è. Quello che voglio dire è: MTV è una merda, è uno dei peggiori mostri che il ventennio televisivo di fine millennio abbia partorito. Ora, lo so al mondo ci sono cose più gravi, ma io non sono qui per fare discorsi troppo generali: io sono qui per gettare fango su MTV.

Mettetevi comodi e cercate di sopportare, io dal canto mio cercherò di fare la mia parte inserendo molte righe blank.

MTV non nasce per essere una emittente musicale. MTV è una multinazionale che vende spazi pubblicitari alle major label discografiche, e per questo la sua programmazione dipende solo da chi paga per mandare in rotazione un determinato video. E dato che in più vive in una situazione di effettivo monopolio, il lavoro da fare le risulta pure facile.

Lo spettatore di MTV compra un disco non perché gli piace, non perché apprezza l'artista, ma perché il dato brano in questione lo conoscono tutti. E lo conoscono tutti perché passa sempre su MTV.

David F. Wallace, in "Una cosa divertente che non farò mai più", dice:
"Negli spot rivolti ad un pubblico adulto, fanno vedere persone bellissime in un momento di felicità che rasenta l'illegale, con dialoghi che includono il nome di un certo prodotto, e si suppone che voi sogniate di essere proiettati nel mondo perfetto della pubblicità attraverso l'acquisto di quel prodotto... la vostra capacità d'azione e la vostra libertà di scelta devono essere manipolate, l'acquisto è presupposto del sogno: è il sogno che viene venduto, e non c'è nessun'altra proiezione vera e propria nel mondo della pubblicità".
Qualora vi sia mai capitato di sintonizzarvi su MTV (e vi è capitato, perché siamo nel 2009 e viviamo in quella parte di pianeta), ognuno di voi sa di che cosa parla Wallace. Basta aver visto un qualunque video. 

Perché i video musicali non sono appunto nient'altro che pubblicità. Inserzioni pubblicitarie per vendere musica, per la precisione.

Qualcuno ricorda la locandina di non so quale album di Jennifer Lopez? In detta, sotto la consueta arrapante immagine della portoricana, ai geni del marketing che cosa venne in mente di scrivere? Se proprio non ci arrivate, se vi arrendete, ve lo dico. C'era scritto: "Il nuovo cd dell'artista più sexy del mondo". Qui, con questo semplice, tutto sommato stupidotto ed apparentemente innocuo slogan, i persuasori occulti gettavano con noncuranza la maschera. Basta con anni e anni di ipocrisie, pubblicitarie, sì, ma sempre ipocrisie. Pane al pane e vino al vino, finalmente: il nuovo CD di Jennifer Lopez voi ve lo dovete comprare non per la musica, non per i testi, non perché Fracazzo da Pamplona ci suona un ispirato assolo di calienti nacchere portoricane, no! Voi il CD di Jennifer Lopez ve lo dovete comprare perché Jennifer Lopez è una gnocca, punto. E qui entra in gioco il magico mondo di MTV. Perché insomma, quando voi leggete lo slogan lì sulla locandina a che pensate? Manco a dirlo, ai video con le chiappe di J.Lo, e il cerchio si chiude: Wallace, sogno venduto.

Un trippone con le Converse che si finge nudo e con un orsacchiotto sopra l'uccello
presenta un programma assieme a quella patonza di Megan Fox.
Wow, cos'altro si inventerà MTV per lasciarmi di stucco, la prossima volta?


MTV è il più grande polo mediatico per i giovani di tutto il mondo ed è, come già detto, l'agenzia pubblicitaria delle major label, ruolo nel quale è meravigliosamente efficiente. L'operazione attuata è la stessa di una qualsiasi multinazionale che deve vendere un prodotto dentro un certo mercato. Il target è la fascia di persone che, all'interno del detto mercato, spende la maggiore quantità di denaro: i giovani fra i 14 e i 25 anni. Forte della sua situazione di monopolio, MTV spinge per una crescente massificazione dei gusti e delle tendenze di questa fascia, con una logica consumistica, perché ovviamente più i gusti sono omologati e più è semplice la campagna (è lampante che sia più agevole pubblicizzare poche cose invece che molte).

Per vendere il prodotto, influenza i più giovani, definendone le scelte di consumo future. Perciò non è vero che MTV si limita a "seguire i desideri del pubblico e le sue scelte", tipico ritornello che i capoccia della rete (ma anche del resto delle televisioni commerciali) hanno imparato ad usare contro gli interlocutori sensati. È piuttosto vero il contrario: MTV determina le scelte del pubblico e ne indirizza i gusti e i desideri, in quanto a prodotti musicali, programmi televisivi, mode di vestiario e trend sociali. È essa che dice ai giovani qual è la musica "di qualità".

La strategia è quindi quella di instaurare una dittatura culturale per quanto riguarda l'intrattenimento giovanile e musicale, inglobando in sé tutto ciò che può essere utile per catturare la fetta più ampia possibile di giovani. 

Queste scelte fanno sì che la musica, come prodotto culturale, perda sempre di più significato dal lato dei contenuti, diventando parallelamente immagine. E se la musica, che la senti con le orecchie, diventa immagine, che la vedi cogli occhi, qualcosa che non va ci deve essere.

L'incidenza del fenomeno è tangibile, negli ultimi anni, anche e soprattutto a livello di incremento dei prezzi di dischi e concerti. Un CD in media costa 20 euro, un concerto oltre i 30. La qualità è pessima: lungi dall'aver messo a disposizione al grande pubblico la musica di qualità, MTV ha fatto l'opposto: ha trasformato il mercato musicale in un supermercato dove si paga molto per aver un prodotto scadente.

L’aspetto più grave di questa operazione è però un altro, e cioè il come MTV si mascheri subdolamente da portabandiera di una cultura alternativa a quella del sistema. Il reato contestatole è quello di appropriarsi di culture "contro" per i propri fini, svuotando queste culture di qualsiasi contenuto. E' successo, ad esempio, con quello che MTV chiama Post-Punk(e chiariamo subito che i Joy Division non c'entrano un cazzo): oggi quasi tutti i giovani in giro per il mondo credono che il punk siano gli Offspring o i Sum41! Che ne direbbero i defunti Joey Ramone e Sid Vicious, pace all’anima loro? O con l'Hip-Hop ed il Gangsta-Rap, in cui l'edonismo e l'individualismo più sfrenati sono travestiti da musica "dura" e "da ghetto". Addirittura è successo con un genere storicamente di nicchia e sulle sue come il Metal (da piccolo mi hanno fatto credere per anni che i Poison – i Poison, cazzo! – fossero il gruppo più "duro" del Mondo).

MTV ha ormai raggiunto, di nascosto e in pochi anni, risultati di marketing che altre multinazionali avrebbero impiegato decenni per ottenere: ha costruito un'immagine di marca che gli dà il potere di influenzare direttamente il suo mercato di riferimento. Se la cantano e se la suonano, è proprio il caso di dirlo.

MTV è il fattore dominante del mondo della musica, nel quale dirige non solo l'attenzione del pubblico, ma anche degli altri media: i giornali di musica e i giornalisti musicali, da quando c'è lei, sono praticamente obbligati a seguirla, a seguire i suoi cantanti e i suoi programmi. Ne consegue un impoverimento della ricerca musicale e dell'approfondimento dei gusti, oltre ad un disinteresse per tutto quel settore della musica che non sia succube a questa logica.

Per mascherarsi da polo di un sistema di contro-valori indipendenti, MTV propone un'agenda di temi retorici e populisti che sbandiera in nome della propria immagine, ma che parallelamente nega nei suoi comportamenti.

Qualche esempio? Qualche esempio.

Da una parte si erge a favore della libertà di espressione, ma dall'altro censura le parole scurrili nei video, o le espressioni troppo forti ed estreme, o le scene di nudo dagli anime nipponici che manda in onda in quanto sono trendy.
L'argomento più strumentalizzabile per fare della facile retorica, poi, è chiaramente la cara vecchia ed insossidabile pace nel mondo. MTV usa spesso la Bandiera Della Pace, con l'intento di attirare coloro che si credono di sinistra o pacifisti... la tipica pace all'acqua di rose, insomma. Ma quando MTV usa la parola o i simboli della pace, lo fa sempre in modo ipocrita e populista, e sempre dal punto di vista dell'occidente: in America, si è rifiutata di mandare in onda degli spot contro la guerra, trasmettendo per un anno quelli per il reclutamento nell'esercito americano per la guerra in Iraq! Nel 2003 il premio nobel della presa per il culo l’hanno vinto con Colin Powell, che spiegò ad un folto gruppo di ragazzini la giustizia della guerra, rispondendo a domande pilotate da parte di giovani asiatici, arabi e africani, via SMS. Domande di giovani asiatici, arabi e africani occidentalizzati, chiaramente, non certo domande di giovani di Falluja che si son visti piovere addosso il napalm. Anche perché, dopo il napalm, hai poco da mandare SMS.
Un altro esempio è la campagna anti-fumo di MTV, sponsorizzata dalla Philip Morris, cristo!

Ancora? Ancora.

MTV si fa portabandiera dei diritti umani con la campagna "fight for your rights", ma contemporaneamente i suoi sponsor sono per il 90% multinazionali tra le più bastarde, fra cuiSony, Nestlé, Nike, Coca Cola, che con i diritti umani non hanno niente a che vedere, perché sfruttano bambini, inquinano l'ambiente, producono e vendono armi, fanno assassinare sindacalisti, controllano governi fantoccio nei paesi utilizzati per la delocalizzazione. Anche laMcDonald's è una delle principali aziende sponsorizzanti MTV, che infatti rifiutò spazi pubblicitari al film "Super Size Me", che parlava delle nefandezze dei fast-food.
MTV evita sempre di schierarsi, a meno che non si tratti di demagogia retorica e innocua, tipo: "I malvagi comunisti b irmani mettono la gente innocente in galera, negano i diritti di espressione, tutti dovrebbero potersi esprimere, tutti dovrebbero essere felici come noi, yeaaauuuuuuhhh!!!! Ed ora: pubblicità, restate con noi."
Si vantano di portare avanti campagne per la tolleranza razziale, ma ogni persona di colore che appare sulla loro rete è sempre un misogino illetterato con chili di oro addosso, che parla solo di culi e di party, e i cui principali valori sono gli addominali e gli ammortizzatori anteriori dell'hummer.

I programmi extramusicali sono dei cataloghi di stereotipi. I giovani che appaiono nei programmi di MTV sono gente che non studia ne' lavora, con il portafogli pieno e la testa vuota, e con un livello culturale agghiacciante. Le classi media e bassa non sono rappresentate, perché il messaggio è che il giovane occidentale medio deve sognare di diventare bello, ricco e californiano, altrimenti si sentirà respinto dalla società. In definitiva,MTV porta avanti l'invidia di classe, la propaga, addirittura la sponsorizza.

MTV è insomma portatrice di una cultura consumistica e falsamente alternativa, èun'alternativa al sistema che è prevista dal sistema stesso. In questo intento, fa leva sul desiderio di notorietà di ognuno, ed ogni riferimento a Warhol è puramente cercato. Ogni giorno ci sono infatti i trenta secondi di notorietà del popolo di MTV, vedi l'SMS del tipo:"Siamo Tipa_Figa e Me_La_tiro da Milano e abbiamo votato per Nek perché è un figoooo UUUUUUHYEAAHHAA!!!!!!!!"

Al di sotto di questi esempi lampanti, e guardatevi "TRL" per un po' di sociologia spicciola, ci sono una serie di effetti lobotomizzanti tesi alla più volte detta massificazione dei gusti.

L'obiezione scontata a quest’accusa, di solito è: "Ehi, ma MTV dà spazio anche a band alternative e indipendenti".

Ah-ah-ah, ecco la tipica visione ingenua del mondo.

Allora, breve spiegazione per chi fosse stato distratto dal culo di Shakira: su MTV non c'è alcuna differenza fra il prodotto esplicitamente commerciale e quello che dà ad intendere di non esserlo. Sono tutti al di sopra della linea di galleggiamento del mainstream. Un lampante esempio sono i Green Day, che rilasciarono un'intervista ad MTV in cui dicevano che con il loro album "American Idiot" si schieravano contro la lobotomizzazione che la televisione opera sui giovani - notare la finezza del messaggio subliminale che giunge allo spettatore sprovveduto: "Se MTV fosse una di queste tivù rimbecillenti non trasmetterebbe mai una simile intervista". Per quanto mi riguarda, per lo meno Briteny Spears è sincera e non vuole far credere a nessuno di essere contro lo status quo. Britney Spears è lo status quo, punto, altro che ribellarsi al sistema coi Tokio Hotel.

Due fiche si baciano sul palco agli MTV Music Awards
Minchia, MTV sì che è un'emittente con le palle
che va contro la cultura bigotta e conservatrice
dei nostri genitori! Yeaaaaah!


Fondamentalmente, insomma, è un circolo vizioso peggiore che in quadro surrealista: MTV vende spazi pubblicitari alle etichette discografiche; gli introiti decidono quali sono i gruppi da spingere per l'anno a venire; e via daccapo.

Durante la giornata i loro video passano sessanta volte. Il fruitore della rete, al quarto giorno di indottrinamento, si ritrova a canticchiare istintivamente la canzone. Il giorno dopo può essere che mandi un SMS on le "k" al posto delle "c" a un veejai trendy e chieda di poter vedere quel dato video. Da questo momento in poi parte un devastante effetto domino: il fruitore in qualche modo sente di aver partecipato ad una trasmissione televisiva "cool", quindi è contento, il video in questione aumenta ancora di più i suoi passaggi, le richieste per quel video continuano ad aumentare, le vendite del gruppo esplodono, ed i capoccia di MTV, per dare un colpo al cerchio ed uno alla botte, organizzano l'MTV Day.

Partecipano all’evento solitamente una decina gruppi, quelli che durante l'anno hanno avuto più successo, hanno venduto più copie di loro dischi o dei loro singoli. Grazie a cosa? Al loro valore? Può essere, ma, in larga parte, il loro successo è dovuto al passaggio ossessivo, martellante, di cui i loro video, ossia le loro pubblicità, hanno fruito all'interno della programmazione della rete televisiva.

In questo modo MTV premia il pubblico con il concerto gratuito delle sue star preferite (sono diventate tali grazie a MTV stessa), permettendo in realtà ai gruppi di fruire di un'ulteriore esposizione mediatica. E il cerchio è completo, tutto torna: i l circo della musica di plastica, la fiera del gusto indotto, l'acquisto compulsivo di un prodotto commerciale... insomma, un regalo interessato, come la cena che ti pago con la speranza di farmela dare a fine serata. Perché MTV, oltre al concerto gratis, ti regala anche ventiquattr’ore di musica gratis al giorno.E se accetti troppi regali da qualcuno, alla fine diventi la sua puttana.

All'MTV Day si può osservare una situazione tipicamente esemplificativa: se gli artisti cantano il singolo del video, tutti impazziscono e cantano le parole a memoria; poi, quando ci sono le canzoni di cui non esiste il video, nessuno le conosce, tutti sono spenti, disattivati, senza credito residuo.

Si assiste così all'ignobile spettacolo di questo concerto, dove l'ormai sterminata "MTV generation" si presenta e impazzisce per tutti quei gruppi che vede alla televisione, indipendentemente dal genere musicale, dalle canzoni, da cosa dicono i testi.

Perché MTV ha operato miracoli biblici nel campo dei gusti musicali! È riuscita nell’impresa di far amare contemporaneamente i Blink182 e Natalie Imbruglia, gli Incubus e Anastacia, i Subsonica e Geri Halliwell, i Depeche Mode e Tiziano Ferro. In pratica, propaga l'ignoranza musicale a tutti i livelli (se ti piace tutto è come se non ti piacesse niente).

Eppoi c'è sempre la fiera del messaggio giovanil-noglobal- sinistrorso-iperretorico, per cui si grida "No alla guerra!", "No alla dittatura in Nord Korea!", e altri slogan demagogici random, intervallati da spot di multinazionali finanziatrici di guerre civili in tutto il globo.

La qualità è scadente, ma questo non interessa al popolo di MTV, che vuole solo consumare, riconoscere il ritornello, cantarlo indipendentemente da cosa dice, scaricare la suoneria e fare urli senza senso per convincersi che nel mondo va tutto bene. Ma soprattutto, al popolo di MTV interessa apparire, possibilmente con un taglio di capelli figo.

A tutto questo aggiungiamo l'irritante questione dei VeeJai, fotomodelli sponsorizzati che non sanno niente di musica (li avessi sentiti una dico una cazzo di volta definire un gruppo quantomeno "orecchiabile" o "tecnico", invece che "cool" e "forte").

A tutto questo aggiungiamo il messaggio rimbecillente quotidiano.

Aggiungiamo che senza MTV nessuna band si sarebbe mai fatta sponsorizzare dalle marche di vestiti (tirata d’orecchie gigantesca ai Korn), perché non ve ne sarebbe motivo, se non dovesse comparire in TV sessanta volta al dì.

Certo, è vero, a volte ci sono video di gruppi validi; alle tre di notte è possibile che passino i Black Rebel Motorcicle Club; a volte ho visto roba degli Iron Maiden o addirittura degliHammerfall; Coppola è una persona intelligente (ammesso che lavori ancora per loro). Ma non è questo il punto, perché anche se il cento percento della programmazione fosse fatta di musica di qualità, il fenomeno sarebbe comunque preoccupante, dato che non è il livello musicale di per sé il punto (in fondo si tratta di gusti), ma il modus operandi.
Perché la questione è che la musica è una forma di espressione, e perciò non contano niente le classifiche e le vendite, ma conta tutto quello che è fatto con il cuore e con la testa. Pettinatura esclusa.

(Fine dell'arringa, tornate pure a cercare di battere il Barcelona in finale di Champion's con la difficoltà di PES settata su "Campione")



[Questa sfrantumatura a grana fine di coglioni è stata scritta "avvalendosi del principio del no copyright, e della creatività postmoderna", come ha già detto uno dei suoi tanti co-autori, ovvero trattasi di un libero copia&incolla di un testo che da quasi dieci anni, tra alterne modifiche, gira per il web, con tagli, aggiunte, considerazioni e chicche personali. Tutto questo per avvertire lettore_rompiballe che sì, lo so che non è tutta farina del mio sacco, quindi risparmiati di stracciare il cazzo più di quanto non l'abbia già fatto la lettura di questo mattone in calcestruzzo precompresso].


79 commenti:

  1. EmPtv è un allucinazione collettiva come il Grande Fratello Berlusconi e San Remo...
    E' una macchina per far soldi, un frantoio dove spremere e ipnotizzare menti che sentono il bisogno di appartenere ad una bandiera, tribù...
    Per me è merda, come c'è tanta gente che mangia gli hamburger di MCDonald, altrettanta si ciba da MTv...
    Meglio Pino Scotto su Rock Tv :-D

    RispondiElimina
  2. ahahah! Portatrice dei diritti umani. Per quanto mi riguarda, nei diritti umanitari (che poi non esistono) inserirei primo tra tutti il diritto alla dignità umana... ti capisco... anche io ho bisogno di crederci di tanto in tanto.

    "quello che MTV chiama Post-Punk(e chiariamo subito che i Joy Division non c'entrano un cazzo)".
    Grazie mille, anche se è tristissimo doverlo precisare... meglio usare new wave, è più specifico e rifugge da qualsivoglia incomprensione... almeno a TRL.
    <>
    sigh...

    RispondiElimina
  3. Vediti Teen Angels, così la tua bile farà ulteriori sussulti.
    MTV che dice agli adolescenti di fare i buoi. Xitti, muti, peace&love.
    Dittatoriale.
    Anche perchè la tv è un mezzo di comunicazione, quindi comunica.
    E comunicare non significa semplicemente parlare, ma assorbire ed emulare quanto la tv mi dice.
    E' per questo che mi sono buttato sul porno...

    RispondiElimina
  4. Ecco... mi hai toccato gli Offspring.... adesso mi toccherà riempirti la casella mail di Tojan horse e di spam!
    I primi album erano spettacolari! Adesso invece sono finiti a prostituirsi musicalmente.

    RispondiElimina
  5. Interessante Sciuscia... davvero interessante, ho iniziato a leggere questo lunghissimo post e a metà mi sono chiesto... ma che cazzo lo leggo a fare? non ho la tv....

    RispondiElimina
  6. Nessuno di voi è arrivato qui dal reader, vero? Feed di merda...

    RispondiElimina
  7. Ti odio e tu sai perché.

    Per il resto, sottoscrivo, ma ammetto che non mi dispiacerebbe affatto essere gnocca come GeiLo.
    E poi tanto da quando mi hanno obbligata a passare al digitale MTV non si vede più. Cosa che mi manda in cappella, perché non posso vedere Scrubs.

    RispondiElimina
  8. Con me sfondi una porta aperta: io ritengo che persino il porno ormai, più che "rispondere ai gusti del pubblico", li indirizzi. Mtv é la cosa più vicina al concetto di pornografia e insieme prostituzione che c'é... Ha un suo senso quando hai 12-13 anni, ti stai appena affacciando al mondo di una musica che non sia quella di Cristina D'Avena, stai scoprendo i primi "divi"... Ma poco tempo dopo, l'unico modo per essere sani é uccidere edipicamente questo status quo sviluppando un proprio senso critico.
    Processo che purtroppo non tutti fanno. Non tutti lo fanno ed é per questo che la satira non funziona se presa male (ricollegandoci ad un altro post): non c'é cosa peggiore della satira presa sul serio da gente sprovveduta e senza i giusti filtri. E lo stesso vale per Mtv.
    Permettimi di dirlo, poi, ormai non c'é cosa più banale e fintamente trasgressiva di far vedere un bacio lesbico: e quando ci fu quello tra Britney e Madonna, non erano mica gli anni 50, era l'inizio del 2000 e già la trovata sembrava abbastanza frusta e già vista. Nondimeno, bastò a far ribollire le mutande degli sprovveduti di qui sopra.
    Lo sfruttamento dell'estetica saffica é uno degli strumenti più biechi che il mercato sta usando negli ultimi anni. Una visione del lesbismo del tutto eterosessuale e fatta per gli appetiti degli eterosessuali, mentre intanto se due vere ragazze vanno a convivere é già tanto che i genitori rivolgano ancora loro la parola.

    Uhm scusa per il flusso di coscienza, ma mi hai ispirato. :D

    RispondiElimina
  9. Non scusarti, è una riflessione bellissima ;) .

    RispondiElimina
  10. Sono d'accordo con te: MTV fa schifo... ma schifo di brutto.

    La vignetta con Kurt Cobain mi ha fatto cadere dalla sedia dal ridere!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  11. @Conte
    Ogni gruppo va in merda, prima o poi. Ognuno. Ma alcuni ci vanno più di altri. E altri magari si riprendono, anche.

    @Davide
    Cioè... detto da te... cazzo, devo andare a masturbarmi!

    RispondiElimina
  12. e il darfur, la tragedia del darfur?
    è vero, di notte fanno vedere belle cose: la chillout zone regala chicche d'altri tempi (l'altra ho beccato faithless: erano anni!).

    però se la prossima volta che non fai riferimento ai clash quando parli di punk ti vengo a cercare, come diceva lindo ferretti.

    ps
    una domanda: perchè i blink 182 sono tra la musica buona?

    RispondiElimina
  13. I Blink non li ho classificati, erano un esempio le contraddizioni musicali. Comunque, stanno chiaramente dalla parte del male.

    Quanto ai Clash, avrei voluto mettere il nome di Joe Strummer tra quello di Joey Ramone e Sid Vicious, ma non volevo apparire come il solito banalone che "il punk sono Ramones, i Sex Pistols ed i Clash".

    RispondiElimina
  14. entrato qui dai feed... ahuaha
    letto tutto.
    validissimo.
    a me piaceva un sacco andrea pezzi.
    che brutta fine quell'uomo.

    RispondiElimina
  15. Che fine ha fatto?

    Comunque, sei entrato dai feed, ma non dal feed di questo post. Avrai di certo visto la schermata di post non esistente. Cazzo. Affanculo a Blogger.

    RispondiElimina
  16. si infatti... :D

    fracido

    RispondiElimina
  17. E' vero
    Per questo che, da grande appassionato ed esperto di musica, sono legato solo agli eventi televisivi di un certo spessore: Sanremo.

    RispondiElimina
  18. MTV è ipocrita, al mattino censura il "fuck you" nella canzone di Lilly Allen.

    p.s. povero Kurt daaaaaaaaaaaaai

    RispondiElimina
  19. Ma cazzo, per una volta che una canzone commerciale mi piaceva!

    RispondiElimina
  20. The Jersey Shore è il nuovo show prodotto dalla MTV americana. E' una sorta di reality show che prende in giro gli italo-americani.

    Mentre lo guardavo anche io pensavo: Mtv è il peggio del peggio. Poi mi sono ricordata della De Filippi.

    RispondiElimina
  21. Quello che passa MTV è nient'altro che quella musica chiamata in altri tempi muzak, buona solo come sottofondo nei supermercati e fatta da pupazzi che vengono prodotti in serie per rispondere al bisogno di idolatria di quattordicenni brufolosi e segaioli (devo trovare un termine adatto anche per le signorine e sditalinaiole non mi garba, ma ci siamo capiti).
    Ergo: MTV non esiste. Almeno per chi è appassionato di musica.
    La razzia che le major hanno fatto del circuito indipendente dalla metà degli anni '80 in poi è stata un radicale cambio di strategia col quale l'industria discografica ha cercato di riparare all'errore commesso quando esplose il punk: i Ramones, i Dead boys e gli Heartbreakers di Johnny Thunder erano alla SIRE (RCA), i Clash alla CBS, Patti Smith alla Arista (Emi), i Television alla Elektra. Troppa grazia. Meglio normalizzare da subito. Difatti ora ogni major ha la sua sottoetichetta "indy" con la quale stampare qualche copia di gruppi anche buoni finchè sono in cantina ma che in mano a loro diventano la solita pappa scodellata per ggiovani falsiribelli, priva di adeguato supporto e destinata a finire nel compattatore in men che non si dica. La musica attuale è quella fuori da questi circuiti, che non sono altro che collezioni di jingles.

    RispondiElimina
  22. Io non dico che il video dei Muse passa su MTV allora i Muse sono merda. A me piacciono, i Muse.

    Solo che io li ascolto dal loro primo album, quando su MTV non passavano, quando non se li cacava nessuno.

    Quello che invece fa MTV è farteli piacere PER FORZA, i Muse. E' questo che contesto.

    RispondiElimina
  23. tutto giusto sciù... e infatti tutti i miei artisti preferiti su mtv ci passano pochissimo, giusto il tempo di strusciare il culo della veejay di turno... ;)

    ma tutto questo grumo di veleno?? da dove nasce??
    non mi dirai che pure tu vuoi salvare il mondo??

    RispondiElimina
  24. Sfondi una porta aperta...anche se non mi dispiacciono per niente little britain (che in realtà con mtv non c'entra una sega) e brand new, che stranamente passa a ore random

    RispondiElimina
  25. @Lillo
    No no, per carità, il mondo è andato.

    @Andrea
    Infatti Brand New me lo vedevo, quando c'era Coppola.

    RispondiElimina
  26. Dai, il post era lungo ma ne valeva la pena ;) Tra tutte le aberranti nefandezze di MTV quella di spacciarsi per la difesa della libertà e della pace credo sia tra le più disgustose, almeno abbi la decenza di rispettare chi contro queste piaghe ci si schiera davvero. Bel post
    ciao

    RispondiElimina
  27. Mi sa che stampo il tuo articolo e lo uso per qualcosa. Vediamo un po'... si potrebbe fare una giornata di discussione su mtv e non far lezione, ottimo. Grazie.

    RispondiElimina
  28. http://www.complottoemezzo.com/index.php/weekly-column/2010/01/10/la-radio-pastorizzata

    RispondiElimina
  29. MTV è carne da macello. MTV è alla frutta.

    RispondiElimina
  30. Ma alla fine del post stava scritto che era copiato! Sciuscia, non puoi certo chiedermi di pagarti. Anche perché potrei perdere 5 ore di lezione stampando l'ultimo di onan sulle api e leggendolo a ogni inizio ora.

    RispondiElimina
  31. ma sei andato almeno a mettere la tua firma allo stand "adesso tocca a noi"?

    RispondiElimina
  32. Minchia. Mi tocca tornare a guardare retequattro.

    RispondiElimina
  33. cazzarola! Non si riesce a stare tranquilli nemmeno per un attimo. Le fregature sono ovunque

    RispondiElimina
  34. Vero.
    Te ne do atto.
    Ne stavamo parlando giusto l'altroieri io e mia sorella, di 'sta cosa...
    (I video degli Iron Maiden & co. comunque, li fanno verso la una alla domenica.
    Lo so, perchè quello è l'unico programma di Mtv che vedo.
    Quando non mandano in onda a suo posto le repliche di Shakira, però...)
    XD
    Grazie a Dio, mio padre mi ha fatto amare i Queen quando ero piccola, ed ancora c'erano le musicassette...
    Già...Tu hai mai visto un video dei Queen su Mtv?
    Scommetto che adesso un qualunque 15enne, non sa nemmeno chi sono...
    Ah, la tv giovane&alternativa!

    RispondiElimina
  35. Ma "tocca a noi" a fare cosa..?

    RispondiElimina
  36. Be', comunque pure i Queen, se non fosse crepato Mercury, sarebbero finiti su MTV... la strada era quella, a quel punto.

    RispondiElimina
  37. Grazie per il commento e buon fine settimana :-D

    CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  38. Per fortuna che noi abbiamo sanremo...
    altro che mtv!!!
    buon WE va'!

    RispondiElimina
  39. Condivido in pieno Sciuscia. MTV mi fa cagare l'anima. E' uno degli infiniti motivi per cui ho staccato il cavo dell'antenna da camera mia. Non guardo più la TV da anni.

    RispondiElimina
  40. UAUAUAUAUA ikeaaaaaaaaaaaaaa.
    Bene bene bene.
    Bè..penso che tutto quello che si poteva dire su MTV l'hai già detto tu!!!
    Un po' direi troppo spietato con Kurt, tuttavia iO e Alice diffidiamo dai gruppi che iniziano a calcare quei palchi, sinceramente...CE NE VANTIAMO.
    Insomma MTV è lo specchio nel settore "musica", se quella si può definire tale, di questa società di pecore.
    Il marcio dilaga...bhuabhuabhuabhua.

    RispondiElimina
  41. Che culo che ho!!!!
    In questo paese del cavolo non arriva il digitale terrestre, non arriva l'adsl da 2 mega, ma non arriva nemmeno MTV
    Io si, che sono fortunato !!!!!

    RispondiElimina
  42. abbiamo capito che MTV ti fa schifo, che monopolizza le canzoni e le spinge in video per farle comperare e fin quì ok, ma ti è venuto in mente che il 97% delle canzoni oggi vengono scaricate col mulo e sentite tramite chiavetta USB? I CD costavano una cifra esagerata e gli acquirenti della musica hanno pensato bene di averla gratis!

    RispondiElimina
  43. E direi proprio che gli acquirenti fanno bene.

    Che poi, non se se hai visto la legge appena uscita di Bondi. In pratica, dovrai pagare soldi in più all'acquisto di ogni chiavetta USB, e tutto per ingrassare la mafia chiamata SIAE. Complimenti al governo per l'ennesimo provvedimento comunista.

    RispondiElimina
  44. quoto ogni singola parola: io guardo Mtv solo perchè fanno Scrubs, dato che Fox ha interrotto...

    RispondiElimina
  45. @Sciuscia: a me le chiavette USB me le regala a mazzi l'elettricista del teatro dove lavoro, mi resta solo da calcolare per quanti metri vado nel culo a Bondi e alla Siae e sul metro da falegname per misurarli e con cui lavoro non ci pago tasse. Una pacchia.

    RispondiElimina
  46. Grande!!!!!
    Comunque J-Lo sono anni che ha il culo sfatto, lo truccano con effetti speciali, a un certo punto pero' qualche cazzone di hollywood ha sbagliato a premere un bottone, ed e' per questo che, se guardate bene Avatar, a un certo punto sullo schermo in basso a destra passa un culo che sembra quello sfatto di J-Lo.
    E Vaffanculo a topo gigio!!!

    RispondiElimina
  47. Non sarà tutta roba tua ma complimenti, è illuminante; lungo ma di lettura veloce. Scritto bene, se posso dirlo.

    Credo comunque che sia la televisione in generale a creare questa confusione tra gusti dello spettatore e gusti che la tv impone allo spettatore.
    (Politicamente anche, e lo sappiamo bene.)

    Non accendere la televisione in generale potrebbe risolvere il problema alla radice, in effetti :)

    ps: io guardo il GF. Tiratemi le pietre!

    RispondiElimina
  48. Tesoro, non puoi parlare prima di J.Lo e del suo culo, ed elencare dopo le cose interessanti che vuoi dire. Capisci, noi vorremmo leggere e comprendere le tue ragioni, ma in questo modo ci costringi a subire un calo d'attenzione.

    E comunque si, MTV è l'orrore.

    RispondiElimina
  49. NO, FREDDY!!!
    ...NON SA QUELLO CHE DICE!!
    XD
    Oh, ma poi vuoi mettere la qualità??
    Su MTV danno quei programmi un sacco fichi, dove c'è uno che è un rapper che conduce e porta la tua macchina scassata, da alcuni carrozzieri amici suoi (carrozzieri rapper, ovviamente...) e te la zarrano per benino, inserendoci cose inutili e tecnologiche, che manco la NASA??
    Un paio di volte, quello l'ho visto... Che cagata! XD

    RispondiElimina
  50. azz, non ci resta che... spegnere!

    RispondiElimina
  51. La mediocrità della musica generalista è il principale fattore di deprezzamento e svalorizzazione anche di chi suona e compone sinceramente, con anima. Se la musica è percepita dalla maggioranza come cosa da poco conto nessuno si sente in colpa di scaricare gratuitamente i brani degli artisti e anche i gestori dei locali si sentono addiritura dei mecenati quando pagano per una miseria un gruppo che ha il coraggio rasente al masochismo di suonare brani originali.

    RispondiElimina
  52. gli unici motivi validi per vedere emptv sono/erano:scrubs,slam dunk,yu yu e mtvmad.non si salva neppure il tg lì dentro

    RispondiElimina
  53. non ho letto tutto il post, perchè ho letto jennifer lopez e sono dovuta correre in bagno ad evacuare. però ho visto la mutandina con l'orsetto. e volevo chiederti se le vendi. quanto costano?

    RispondiElimina
  54. Figurati se possiedo certe puttanate.

    RispondiElimina
  55. non fare il difficile. cioè. soldi son soldi. magari avevi tirato su un import-export di mutande con gli orsetti. voglio dire. non so se chi commercia strap on ne vada fiero...

    RispondiElimina
  56. Il Barcellona in finale di Champions l'ho già battuto, anche in modalità campione. Erano senza Henry, Ibrahimovic, Messi, Iniesta e Victor Valdes. Ma era cmq il Barcellona!!!!
    Io ho scritto diversi anni fa (in 5° liceo) una cosa che nella mia idea doveva essere un saggio - e magari avrebbe potuto esserlo di danza - intitolato "L'amore ai tempi di MTV".
    Gabriel Garcia Marquez mi ha sicuro maledetto, ma teorizzavo come, oltre che i gusti musicali, MTV fosse capace di manipolare anche quelli sessuali delle 17/18enni. A tutto discapito del sottoscritto..

    RispondiElimina
  57. Capisco il tuo dolore, Mancio.

    In ogni caso, il ho battuto il Barça in semifinale con assente il solo Messi, punendo in finale il Real a ranghi completi con un gollaccio del Principe.

    RispondiElimina
  58. Bella Sciuscia yeaaaaahhh sei forteeffigo!!

    E' la stessa storia delle altre tv commerciali, e della tv in generale ormai: è la tv che decide il gusto del pubblico, non viceversa. Una volta la gente si vedeva i documentari, gli sceneggiati, i varietà intelligenti, e gli piacevano pure!
    Guarda il finale di The Truman Show: dopo 30 anni di reality due spettatori fedelissimi, alla morte del personaggio, passato l'attimo di stordimento, come nulla fosse si cercano cosa c'è sulla guida tv: mi sembra lampante!

    Un saluto
    MATTEO DI BELLO
    www.progettiperilfuturo.wordpress.com

    RispondiElimina
  59. sciuscia ha ragione.Quello che volevo aggiungere -ma non ho voglia di linkare gli articoli per cui,andateveli a cercare se volete- è che mtv tratta i propri lavoratori come merda,alla faccia delle campagne "ora tocca a noi" ambientaliste,antiuncazzo.Vabbè vi linko qualcosa
    http://mtvisnotsocool.blogspot.com/2009/07/carlo-pastore-ed-i-lavoratori-di-mtv.html

    http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/09_luglio_20/sciopero_mtv_corteo_tagli_personale-1601585163308.shtml

    RispondiElimina
  60. E io che ho sempre pensato di essere una troglodita disadattata perché non ho mai visto MTV...
    ciao, Sara.

    RispondiElimina
  61. ho capito di essere diventata vecchia quando a Milano sono stata travolta da una folla di ragazzine urlanti; Ho chiesto "ma chi c'è? un cantante, un attore, un gruppo???? George, Brad, Vasco???". Un coro isterico mi ha risposto "Tierreelleeeee!!!" Tierreché??? lobotomizzate è dir poco...

    RispondiElimina
  62. Grande post... Spegnete la tele e accendete il cervello... "Wake up", come direbbero gli Arcade Fire...

    RispondiElimina
  63. Azz, questo post ha tutto la formattazione incasinata... grazie per aver commentato, così metto a posto.

    RispondiElimina
  64. Più o meno la penso come te, però alla fine dei conti non ne vale la pena "affrontare" MTV; pensaci bene, fanno diventare ricchi e famosi anche gente che non sa cantare/suonare/comporre/fare pompini. Allora, io che suono la chitarra e so canticchiare, potrei benissimo avere qualche chance di diventare famoso, farmi abbastanza soldi da comprarmi una decina di appartamenti e vivere di rendita, in culo a tutti/e il/le teenagers. Mi spiego meglio: perché scontrarsi contro un onda quando puoi cavalcarla?

    P.S. Quei box che usi per le citazioni, torna a scrivere chiaro che così si fa fatica a leggere. Stavolta non centra la mia risoluzione di merda.

    RispondiElimina
  65. ok, come musica è un tantino commerciale (ah, io ascolto musica di merda e me ne vanto)
    però i programmi sono tra i più fighi/stupidi della storia della tv!

    Esempi:
    Scrubs è il più bel telefilm della storia
    I cartoni animati sono fighissimi
    Jackass/nitro cyrcus sono delle perle
    dismissed/room raider fa ridere per le persone che ci vanno

    Insomma, rispetto a Papi, Bongiorno (pace all'anima sua) e quello dei pacchi è moooooooooolto meglio (non era difficile lo ammetto).

    Comunque c'è DeeJayTV (che è uguale ad MTV ma con gli speaker di radio deejay)

    E poi, cos'hai contro il culo di J.Lo????? eccheccazzo....
    :D

    RispondiElimina
  66. Dreams, devo solo mettere il bianco, non è voluto, è un errore. Stasera lo faccio. Forse.

    Ragno, Scrubs è bellissimo, ma cosa c'entra con MTV? Anche su Italia1 ci sono I Simpson, ma non è che Berlusconi è meno mafioso per questo.
    I cartone li censurano e quindi DIE.
    Jackass onestamente non mi ha mai fatto ridere.
    Dismissed e cazzi vari, cristo, non riescono nemmeno a reperire tipe abbastanza fighe come concorrenti!

    RispondiElimina
  67. Non la guardavo prima, ora ho solo tante altre buone ragioni per continuare a farlo!?!? Grazie amico!!!! :-D ;-)

    RispondiElimina
  68. Il tuo post è fatto molto bene. Noto che la pensiamo allo stesso modo. Un esempio delle minchiate di mtv è quando fanno le classifiche come '100 greatest hard rock songs of all time' e 90 su 100 non c'entrano un tubo con l'Hard Rock. Quel canale è il regno dei Finley e dei Tokio Hotel, tutta gente che è messa lì dalle case discografiche, dai produttori. Tutti preparati a tavolino, sembrano burattini in mano al padrone. La gente ascolta quelle schifezze solo perchè vede delle bonazze assurde (Nel caso degli uomini) o perchè vede dei ragazzi con i apelli dritti (Che per le moderne ragazzine è sinonimo di intelligenza)

    RispondiElimina
  69. Devi sistemare la formattazione di 'sto post XD... zero voglia.

    RispondiElimina
  70. Io sono arrivata dal reader!

    No, non è vero.

    RispondiElimina
  71. Si vantano di portare avanti campagne per la tolleranza
    razziale, ma ogni persona di colore che appare sulla loro
    rete è sempre un misogino illetterato con chili di oro
    addosso, che parla solo di culi e di party, e i cui
    principali valori sono gli addominali e gli ammortizzatori anteriori dell'hummer.

    Come Chiambretti Night

    RispondiElimina
  72. Infatti Chiambretti è un enorme paraculo - guarda caso da quanto è passato a Mediaset.

    RispondiElimina
  73. Ho riletto con attenzione: comunque nel mio post avevo messo un collegamento a questo.

    RispondiElimina

SATIRA SCIUSCIESCA non censura, ma spam, bot e sostenitori degli Uddùe saranno segati.