09 agosto 2010

TUTTO QUELLO CHE HO IMPARATO DAI COLLEGE MOVIE AMERICANI - Terza parte / Ateneo, alloggi, strutture didattiche

Gli edifici di qualunque università sono delle cattedrali gotiche.

I locali della facoltà, anche quelli amministrativi, sono accessibili a tutte le ore della notte.

C'è sempre una parte dell’ateneo in cui non si deve entrare, perché, per esempio, anni prima vi è morto uno studente in circostanze misteriose e mai chiarite.

Per inciso, è proprio lì che il belloccio del corso scoperà con la più fica del corso.

Gli alloggi universitari non assomigliano alla Casa dello Studente; sono invece suite presidenziali dotate di ogni comfort immaginabile e non.

In teoria, dentro questi luoghi vige un regolamento da lager della Polonia occupata, ma, all'atto pratico, potrai devastare l'edificio durante una delle feste che si svolgono con cadenza oraria, senza subire alcuna punizione.

Sebbene gli alloggi citati siano all'interno del campus, è necessario recarsi a lezione usando biciclette, scooter e mezzi di locomozione vari.

La biblioteca dell'università fa apparire quella di Alessandria una cartoleria in fallimento.

Il laboratorio di fisica, invece, è più avanzato del CERN

La mensa universitaria serve deliziosi manicaretti e non ci sono file.

La detta mensa è teatro usuale di almeno una battaglia con lancio di cibo al giorno.
 
Quando ti iscrivi all'università, per cinque anni non rivedrai la tua famiglia, visto che passerai anche le vacanze al campus.

Tra l'altro, l'università che hai scelto non è mai sotto casa o al massimo a dieci miglia: è sempre dall'altra parte degli Stati Uniti.

Il campus è pattugliato ventiquattr'ore al giorno da agenti della sicurezza armati fino ai denti e dotati di motociclette, jeep, sistemi di telecamere infrarosse a circuito chiuso, radar perimetrali, cacciabombardieri.

Questi agenti, che sono tutti rigorosamente di colore ed in sovrappeso, non saranno mai presenti o nei paraggi durante uno degli omicidi che regolarmente avverranno nel campus.

Il bar della facoltà è un pub da seicento posti a sedere, con birra a fiumi e gruppi punk rock fin dalle quattro del pomeriggio.

È normale avere come mascotte della propria università animali come pecore, maiali, cinghiali, bisonti, elefanti.

Il rettore stesso rispetta e venera tali mascotte.

La tua università è sempre in lizza con una rivale storica per l'ottenimento di qualche riconoscimento accademico o sportivo.

Gli studenti dell'altro ateneo sono sempre tutti diabolici ed intriganti e rapiranno la tua mascotte il giorno prima della finale della competizione in oggetto.


Una normalissima università americana

29 commenti:

  1. sul finale in verità ci si aspettava una gnocca...

    RispondiElimina
  2. Se penso al confronto con ingegneria a forlì mi viene da piangere...

    RispondiElimina
  3. Tutto vero.

    «Gli alloggi universitari non assomigliano alla Casa dello Studente; sono invece suite presidenziali dotate di ogni comfort immaginabile e non.

    La mensa universitaria serve deliziosi manicaretti e non ci sono file.»

    Chi fa o ha fatto l'università sa che questo è particolarmente vero....

    RispondiElimina
  4. Anonimo, non rompere il cazzo, che io Aerospaziale di Forlì la conosco... ed in confronto al 90% delle facoltà italiane, c'è da dormire tra due cuscini - accademicamente parlando.

    RispondiElimina
  5. Peccato che:

    1) La facoltà è in culo al mondo.
    2) Il secondo anno lo fai all'Itaer nello scantinato.
    3) La mensa fa schifo e a parte un ristorante che ti spella vivo non c'è un posto decente dove mangiare nel raggo di 3 km.


    Quindi non rompere te il cazzo.

    RispondiElimina
  6. 1) Qualunque facoltà è in culo al mondo, se non abiti abbastanza vicino. Anche il Politecnico di Torino è in culo al mondo, se abiti a Venaria Reale.

    2) Che ti credi, che a Perugia non abbiamo ottimi scantinati da farti provare?

    3) La mensa di Ing a Perugia non è male, lo ammetto. Ma io ho lo stomaco foderato con la faccia di Marco Materazzi, c'è da dire.

    4) L'esame di Analisi I a crocette avrei voluto farlo pure io. E pure quello di meccanica razionale con le domande dell'orale da svolgersi per iscritto seduti al proprio banco.

    RispondiElimina
  7. 4)L'esame di Analisi I a crocette avrei voluto farlo pure io.

    ?????

    Esame: 2 domande scritte, uno studio di funzione per esteso, un integrale per esteso, e 4 crocette.

    Mi sa che tutto a crocette te lo sei sognato da qualche parte.

    Tiratela di meno sfigato.

    RispondiElimina
  8. Io andavo all'università a Genova, 40 min treno + bus (abito a genova, ti sembra che scelgo un'università più lontana????).
    Mensa ottima ma solo perchè sono una merda.
    Aule fredde come Plutone.
    Matematica I e II erano scritto + orale (ing. informatica) e ho sudato sangue per un 18 e un 22 di merda.

    Non ci tornerei MAI...

    PS: sì però la gnocca?? zio fava....

    RispondiElimina
  9. La gnocca arriva tra due giorni, con l'attesissima ed ultima parte, quella sulle feste ed il sesso.

    Anonimo: vedrai che la parte sulla pheega ci metterà d'accordo e suggellerà la nostra pace. Nel senso che di pheega ad Ing, Perugia o folrì, ne ho sempre vista gran poca.

    RispondiElimina
  10. Ah-ah-ah... capolavoro.

    Tra l'altro anche in Italia c'è sempre una parte dell'Ateneo in cui non puoi entrare... e solitamente non ci si può entrare perchè altrimenti corri il rischio che ti cadano addosso parti di soffitto (con tanto di amianto dentro).

    Grazie per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  11. Grazie Davide.

    Oh, ma te perché non mandi qualche striscia da "Anima(ls)"?

    RispondiElimina
  12. Mah secondo me dovunque ci sia una facolta' abbastanza grande c'e' abbastanza figa decente per sopravviverci.
    E non mi venite a raccontar boiate, ho visto un po' di facolta' ai due capi d'Italia per poterlo dire

    PS nn sono l'anonimo di prima :D
    anzi va,

    Anonimo #2

    RispondiElimina
  13. Be', io mi sono iscritto dieci anni fa. Pheega zero. Poi è aumentata. Quando non frequentavo più. Legge di Murphy.

    RispondiElimina
  14. Io per trovare un pò di figa ad Ingegneria, mi sono iscritto a Ing.Biomedica. Ora lavoro dal kebabbaro sotto casa. Senza figa, naturalmente.

    RispondiElimina
  15. Biomedica?! Non dirmi a Torino...

    RispondiElimina
  16. A Genova, la ridente Genova ;_;

    RispondiElimina
  17. boh, il luogo comune "zero figa, alla mia uni tutti sfigati" di solito è solo scena, a qualcuno potrà capitare ma mica a tutti

    io ho fatto fisica a Modena, metà dei professori e degli alunni erano ragazze

    a ingegneria informatica ed elettronica (dove avevo parecchi amici) a modena erano forse il 5% ma su 300 persone

    RispondiElimina
  18. Ma i rubinetti in metallo lungo i corridoi? dove esce un debolissimo fiotto d'acqua e tutti si abbassano per bere durante la ricreazione?
    Bravo!

    RispondiElimina
  19. Qui a L'Aquila siam messi un tantino peggio, han tolto pure le mense.

    Quand'è che farai un post su Scuola di Polizia?

    RispondiElimina
  20. Beh,ho appena scoperto che stai a perugia,ti dico solo che c'ho vissuto 6 anni.

    Sei anni di studi,scalette,sbornie,comprare fumo al pellini eccetera ECCETERA ECCETERA.

    Sicuramente se ho capito il tipo,ci siamo sborniati da qualche parte,insieme.

    RispondiElimina
  21. Giusto, Doctor, giusto.

    Inneres, non posso piglia' pe' i' culo una cosa che è già parodia. O forse sì..?

    Kurdt, se mi dici in che locali andavi a bere, ti dico se è possibile. Comunque, se almeno una volta hai incontrato:
    - gente sbronza con maschere sul viso
    - gente sbronza che cianciava di un'associazione chiamata "gruppo Tocca Bè"
    - gente sbronza che magnificava il ristorante "Tit Bit"
    ...ci siamo di certo visti.

    RispondiElimina
  22. Mi sono sciolta i capelli e tolta gli occhiali e tu hai messo meno fica. Facciamo tutti progressi ;)

    Mitico su Alessandria, retrocessa a cartoleria in fallimento!

    RispondiElimina
  23. Dio santo,il tit bit,la mia pizzeria preferita,almeno quando c'era il caso che non chiudevano random o in piazza san francesco non facevano un concerto dei pgr.

    Ti invidio per l'umbria Jazz di st'anno.

    Posso dirti in quali non andavo a bere,e facciamo prima,ma sono sempre stato un affezionato amico di celentano,il mio spacciatore di fiducia

    La mia migliore amica in ogni caso è la più gnocca di ingegneria,bionda,siciliana,occhi verdi.

    Non posso scriverti il nome ma insomma,è gnocca.

    Ah,cazzo,sei sposato. arh arh arh


    arh arh arh arh

    RispondiElimina
  24. Sì Marica, ma il prossimo post (domani) parlerà di feste studentesche, alcol, droga, sesso, gnocca.

    Kurdt, Celentano è sinonimo di qualità, da sempre.
    Non sapre dire circa la gnocca di ingegneria, troppo il tempo che non frequento.

    RispondiElimina
  25. queste università piacciono perchè oltre a studiare bene e a farsi delle fresche gnocche, a patto di avere un minimo di carsma se no te lo meni da solo anche quì, mi piace la sana (insana)voglia di competere sportivamente contro chiunque.Vuoi mettere se sei uno sportivo accettabile i vantaggi delle borse di studio ?

    RispondiElimina
  26. Grazie anche per il commento di oggi (in realtà Mussolini detona nella foto che tiene in mano).

    CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  27. Gli edifici di qualunque università sono delle cattedrali gotiche.

    Hahahahhahahha, geniale, Cazzo e' vero.

    :-)

    RispondiElimina
  28. io ho fatto scienze politiche a bologna... e il rischio più grosso era quello di beccarsi le piattole dalla compagna di banco cicciona con la barba, a lezione di sociologia dello sviluppo.

    charlie

    ps. cmq è vero... ogni facoltà è in culo ai lupi... porca troia...

    charlie

    RispondiElimina

SATIRA SCIUSCIESCA non censura, ma spam, bot e sostenitori degli Uddùe saranno segati.