18 ottobre 2010

Leonardo di Caprio m'è apparso in sogno e non mi sono nemmeno ricordato di chiedergli l'autografo


TITOLO
Inception

REGISTA
Quello di Batman e di Memento. Ma soprattutto quello di Memento.

ATTORI PROTAGONISTI
Leo Di Caprio, quella pheega di Marion Cotillard, e altri personaggi inutili.

RECENSIONE
Di Caprio è uno che nella vita non ha un cazzo da fare, visto che può passare il tempo a farsi le seghe mentali vivendo con sua moglie in una specie di realtà virtuale creata dentro i sogni (al posto di scoparla come sarebbe legittimo e sacrostanto). Nonostante tutto questo cazzeggiare, vivono in una lussuosa villa di campagna con tutti gli optional, marmocchi tenerosi compresi.
Un giorno, la moglie si convince che sta vivendo in uno di quei film dove è tutto un sogno, e per svegliarsi decide di saltare giù dal ventesimo piano. Saggia decisione, se si esclude il momento di contatto col marciapiede.
Rimasto vedovo ed accusato di omicidio, a Di Caprio non resta che fare del suo hobby da nerd un lavoro, così mette insieme una squadra di sfigati che mi taglio le palle se uno di quelli ha scopato negli ultimi sei anni, e va dentro alla testa di un riccone per convincerlo che non deve essere più ricco o una cosa di questo genere, non so, ho seguito poco, che badavo a mangiare il pop-corn il più in fretta possibile per non lasciare niente a Laura.

 La tematica dell'idiozia degli architetti è ben trattata nel film


Una volta dentro il sogno, comunque, tutto si trasforma in un film d'azione con Steven Seagal, con la differenza che ogni tanto c'è un treno che attraversa a cazzo e che la colonna sonora è migliore.
A un certo punto decidono di fare un sogno nel sogno, e poi un sogno nel sogno che era nell'altro sogno, al solo scopo di giocarsi tutta quella parte di pubblico che ha avuto difficoltà anche solo a capire Matrix.
Alla fine, dopo aver superato la missione in montagna di Call Of Duty Modern Warfare 2, riescono a fare il lavoro, e tutti vanno a casa, tutti tranne Di Caprio che se ne resta fare cose per un altro po' in un ulteriore sogno nel sogno nel sogno nel sogno.
Poi il film finisce che torna a casa dai bambini e però ti lasciano capire che tutto quello che hai visto poteva anche essere un sogno, oppure no, non si sa, finale aperto.
Ah, se aspettate fino al termine dei titoli di coda vi fanno sentire una canzone che la potreste interpretare che anche la vostra vita è un sogno. Cosa che, per il 90% di voi, sarebbe un'ottima notizia.



(Sotto, due immagini che faranno ridere chi ha visto il film. A differenza della recensione che invece fa ridere tutti, se letta dopo aver fumato sei canne di Orange Bud. )




---

46 commenti:

  1. La seconda vignetta mi mancava. Ma che cazzo di facce fa il buon vecchio Leo!? Ah quando sono uscito dal cinema c'era un sacco di gente che si buttava dal secondo piano del parcheggio.

    RispondiElimina
  2. grandiosa recensione, già a partire dal titolo :D

    sì, in effetti quei due per vivere in una realtà parallela tutto quel tempo non avevano proprio una minchia da fare...

    RispondiElimina
  3. Ho sognato un'intervista di Marzullo a Di Caprio mentre sogna Marzullo che intervista sè stesso... ma mi sa che ho esagerato con le Orange!

    RispondiElimina
  4. certo che Nolan poteva sbizzarrirsi come fantasia comanda invece di girare scene che pare un film di james bond sulla neve

    RispondiElimina
  5. Il film non è male, ma ci sono delle cose che mi hanno deluso. Tipo quando rigirano mezza città e la spiaccicano sopra l'altra metà. Se tra le due ci mettevano una fetta di mortadella era molto meglio. Anche il salame o il prosciuto, certo, mi sarei accontentato. Ma con la mortadella era un capolavoro. Peccato, per sta cosa secondo me si sono giocati l'oscar.

    RispondiElimina
  6. Geniale
    GE NIA LE

    Soprattutto perchè la mappa di Call of Duty l'abbiamo menzionata tutti qui in ufficio.

    Alla domanda Ma voi scopate? La risposta è ovviamente no

    RispondiElimina
  7. Di Caprio ti appare in sonno e tu perseveri a chiamare sta tragedia SOGNO e non INCUBO?
    Sciuscia..se ti fossi anche ricordato di chiedergli l'autografo non sarei più venuta a leggere la tua satira, SAPPILO!!!

    RispondiElimina
  8. Tra l'altro una foto della Cotillard no?!

    RispondiElimina
  9. Grace, e che c'hai contro un bravissimo attore come Di Caprio?

    RispondiElimina
  10. chiedere l'autografo? Lascia perdere

    RispondiElimina
  11. Ma si può sapere che cazzo avete contro uno dei quattro attori decenti che ci sono rimasti?

    RispondiElimina
  12. E che ne so... Era per dire che tra Brad Pitt che ha smesso di recitare e Tom Cruise che non ha mai cominciato, tra Matt Damon che si è scordato di essere un attore e Ben Affleck che sa fare solo l'espressione del cazzone incazzato, la generazione dei quarantenni e dintoni di Hollywood è messa di merda.

    RispondiElimina
  13. Mi hai convinta..dovesse riapparirti il buon Leo in sogno...gli chiedi di fare un autografo anche a me?
    - A Greis..un saluto TITANICO!
    Leuccio

    (ora vado a vomitare hahahah, cia'!)

    RispondiElimina
  14. Ma come Emix si ammazza di lavoro per fornirci aggratis dei video
    http://drink2.blogspot.com/2010/10/how-i-met-your-mother.html#more
    e tu ancora ti ostini a portare dollari alle stars.
    A meno che tu l'abbia fatto dietro compenso o con biglietto omaggio del tuo amico poliziotto

    RispondiElimina
  15. Concordo sulla pochezza dei maschioni che hai citato, ma ignorare in questo modo will smith e keanu reeves è da omofobi. Che poi tra l'altro sono gli unici due secondo che scopano sul serio, IMHO.

    RispondiElimina
  16. Puah! Fanculo non sono neanche più in grado di scrivere in itagliano corretto.. la pheega mi da alla testa.

    RispondiElimina
  17. La seconda vignetta è stupenda, il post non lo so, sono svenuto dopo la prima canna. Il film mi è piaciuto, ma forse anche questa me l'hanno impiantata.
    Josef K.

    RispondiElimina
  18. Secondo me la prima è più bella, perché demolisce il concetto alla base del film in tre secondi. Peccato solo per l'EPIC FAIL del tizio che l'ha creata e che ha sbagliato a scrivere il nome di Michael Caine.

    RispondiElimina
  19. Anche io sono per escludere di Caprio, anche se qualcosine di decente l'ha fatto vedere.

    Anyway.

    Attori decenti sui 40:

    Cristopher nolan
    Johnny deep
    Tom hanks
    Michele placido

    RispondiElimina
  20. Generazione di 40enni: Hugh Jackman, Eric Bana, Jonny Depp e Ivan Zazzaroni

    Fichissima l'espressione facciale di Di Caprio (che da bambino credevo fosse il figlio di Peppino Di Capri) nella vignetta finale!

    PS perchè tra le "censure" c'è quella ai fan di Ligabue?

    RispondiElimina
  21. dopo aver letto la recensione del film spero di prendere sonno stanotte

    RispondiElimina
  22. "perchè tra le "censure" c'è quella ai fan di Ligabue?"


    Pe' provoca' (CIT.)

    RispondiElimina
  23. Aspettare fino alla fine dei titoli di coda perchè la tua amica espertissima di cinema ti dice che c'è un "contenuto speciale" ed essere presi a "paraculate" dal ragazzo che pulisce la sala...questo sì che ti fa capire che la tua vita è reale! Altro che totem...
    Naso

    RispondiElimina
  24. Concordo sui giudizi su Di Caprio e la tipa. Il film e' in effetti un po' sovrastimato dalla maggioranza degli spettatori.
    Mi pare non da te...

    BP

    RispondiElimina
  25. Per provocare? Bene! Allora che ne diresti di fare un post su LIgabue ahahha?

    RispondiElimina
  26. io ho sognato che assumevo Britney spears come badante... sei malato anche tu?

    charlie

    RispondiElimina
  27. Assolutamente, Naso.

    BP, seriamente, è un film davvero bello, forse il film dell'anno.

    RispondiElimina
  28. Ah-ah-ah... la migliore recensione di questo film... genio!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  29. anche se non ti ho mai chiesto esplicitamente la consistenza delle tue feci, questo non significa che non mi interessi

    RispondiElimina
  30. I N C E P T I O N
    (ogni tanto c'è un treno che attraversa a cazzo)
    nei migliori cinema.

    RispondiElimina
  31. cazzo ma un'occasione del genere e non mi metti la cotillard nuda?!? (anche se come ben sai non c'è bisogno di un motivo per metter figa qua e là...mi deludi...

    le vignette finali sono una bomba!

    RispondiElimina
  32. Esistono foto della Cotillard nuda?!

    RispondiElimina
  33. Questa cosa del perchè non potevano portargli i figli in Francia me la sono chiesta per tutto il film.

    Comunque il risultato è che ora ho paura delle trottole.

    RispondiElimina
  34. Grazie grazie anche per il commento di oggi :-D

    CIAO!!!

    RispondiElimina
  35. Non l'ho visto. Non ho tempo per andare al cinema a dilettarmi.
    Vita di stenti e privazioni.
    Però ieri ho scopato tutto il giorno.
    Dovrei scrivere il manifesto dei nuovi nerd, così da far sembrare i vecchi nerd ancora più sfigati.

    RispondiElimina
  36. Scopare tutto il giorno, pfft. Fa così 2008.

    RispondiElimina
  37. Dannazione, mi è proprio piaciuto questo film. Dannata francia e dannato Michael Caine!
    Ps. dai uno sguardo a "The Town". Quello ti farà ridere

    RispondiElimina
  38. non l'ho visto, ma avendone sentito parlare fin troppo dai soliti cazzoni, concordo a scatola chiusa con Sciuscia...

    RispondiElimina
  39. Grazie per la recensione, così risparmio 7 euro se proprio devo vedermi un film che copia Marzullo, mi guardo l'originale gratis. Anche se il mio televisore rifiuta di farmi vedere Marzullo, ogni volta che parte il suo programma si spegne.

    Ciao

    RispondiElimina
  40. buona l'orange bud!

    RispondiElimina
  41. eh sì, questo post fa sempre morire dal ridere!
    in effetti devo ammettere che è la migliore recensione sulla pellicola che abbia letto, al secondo posto metterei la mia e al terzo, ma molto distanti, qualcun'altra fatta da qualche critico professionista..

    RispondiElimina

SATIRA SCIUSCIESCA non censura, ma spam, bot e sostenitori degli Uddùe saranno segati.