12 agosto 2011

Ho deciso, cambio lavoro, tanto trovarne uno nuovo è facilissimo


Torno dalle vacanze più stanco di prima (partire per quindici giorni con il Cava è il Valcio è sempre un errore, checché ne dica la vostra cartomante) e mi trovo la casella di posta piena di nuovi, eccitanti spunti per prendere per il culo a dovere qualche testa di cazzo.
Nulla di più stimolante, per riprendere l'attività del blog da troppo tempo interrotta! Vediamo subito il primo di questi interessanti casi umani.

oggetto: Come Trovare Lavoro A Posto Fisso In Rete
da: lavoro e Servizi newsletter@testsendblaster.com

Ciao, sono Mauro Baggi e volevo condividere con te l'interessante risultato delle miei ricerche sul web in fatto di lavoro.
Ok, io di solito ricerco foto di Megan Fox, sul web, ma capisco che ognuno abbia i sui interessi. Ascoltiamo cosa vuole dirmi Mauro.

A me piace molto lavorare con internet, ma capisco anche che una persona voglia (oltre a questo) una certa sicurezza economica.
Ti sbagli. Addirittura, io PAGO, per stare su internet, pensa?

Quindi un posto fisso sarebbe sufficente? Si, per molte persone questa è l'aspirazione, per poi dedicarsi anche ad altri lavori part-time come per esempio "lavorare con internet".
La redazione di Satira Sciusciesca informa i lettori che "lavorare con internet" è la locuzione al secondo posto tra quelle che non significano un cazzo, superata solo da "lavoro col computer".

Benissimo, questo è giusto, ma dobbiamo prima cercare correttamente il lavoro a retribuzione fissa. Il manuale che abbiamo preparato per te, può farti trovare quel posto lavorativo ambito da parte tua con molta più facilità. Basta andare in giro e cercare a vuoto, tutto è stato inserito per permetterti una ricerca facile, rapida e con sicuri profitti in termini di risultati.
Ricerca facile? Sicuri profitti? Cazzo, sento che la mia vita sta per cambiare!

Ci sono già persone che hanno avuto successo, e puoi leggere le loro storie direttamente nel sito.
Oh, tra poco lo farò, non dubitare. E' sempre la mia parte preferita.

E dato che le opportunità nascono da internet, questo libro ti permetterà di trovare facilmente il tuo lavoro ideale. In questo corposo manuale vi saranno le spiegazioni e i tutorial su come ottenere il tuo lavoro a retribuzione fissa mensile. NON E' UNO SCHERZO - E' LA REALTA' !
Capito? NON E' UN FUCKIN' SCHERZO, SFIGATO DI MERDA! E' LA DANNATISSIMA REALTA'!

Tutti noi aspiriamo a 2 cose essenziali:
1) La sicurezza di un posto fisso
2) Un lavoro via internet divertente per integrare lo stipendio
Quanto alla gnocca, per quella ci sono altri manuali.

Questo manuale finalmente è uscito, (è unico sul web) ti permetterà di trovare il tuo lavoro ideale in qualsiasi ramo tu voglia, e qualsiasi siano le tue aspirazioni di lavoro. Oltre 100 immagini, e una serie di scorciatoie e suggerimenti pratici per individuare da subito gli strumenti che userai per la tua ricerca.
Unico sul web! 100 immagini! Scorciatoie e suggerimenti! Dai, è impossibile che ci sia una fregatura.

TROVARE LAVORO NON E' MAI STATO COSI' VELOCE! Entra nel sito e non perdere questa opportunità finchè è in promozione. Clicca qui per capire di cosa sto parlando
E clicchiamo. Vi riporto subito un'immagine che vale mille parole:


Vuoi far parte di questo gruppo di ebeti?
Compra il libro!



Ma ascoltiamo le esperienze dirette di chi ha comprato il libro!


Sergio P. Padova
"Non sono mai stato un genio al computer, ma con i vostri manuali ho iniziato a guadagnare qualcosa. Io ho 29 anni e dopo essere stato licenziato volevo un lavoro "fisso" (lo so che di questi tempi è difficile). Ho letto la vostra guida la settimana scorsa, ed ho già 3 colloqui di lavoro. Sento che questa è la volta buona. Grazie di tutto, notizie da 10 e lode"
Come se essere di Padova non fosse già un notevole svantaggio sociale, hai pure deciso di illuderti con questa puttanata. In bocca al lupo, sono certo in tutti e tre i colloqui saranno entusiasti di assumere uno che non è mai stato un genio al computer.

Sabrina M. Genova
"Non ho avuto bisogno di leggerlo fino in fondo, perchè al terzo link utile ci ho cliccato sopra e mi si è aperto il mondo che cercavo. Non è facile per una ragazza madre trovare lavoro, e ho comprato questa guida sperando di trovare qualcosa di utile. Si, finalmente posso sentirmi soddisfatta, ho trovato un lavoro ( non proprio quello che speravo ma l'ho trovato ). Adesso mi tengo ben stretto questo libro, perchè nel mondo di oggi non si sa mai..."
A ogni modo, tieni presente che al molo di Genova uno per scaricare lo cercano sempre, nel mondo di oggi non si sa mai...

Boris B. Rodi
"La guida è davvero stupenda, utile e piena di consigli pratici. Ancora non ho trovato ciò che cerco, ma non per colpa del manuale, ma solo perchè ancora non mi sono deciso a mettere in pratica."
E allora cosa cazzo aspetti, coglione?! Metti subito in pratica i consigli del manuale, dio can'! Il manuale non sbaglia mai, il manuale ha la verità! CHIARO?!


Trinci L. Tolentino
"Utile, scorrevole, senza fronzoli, il manuale fa quello che promette nella pagina. Soldi spesi bene. Io devo ancora iniziare come scritto nella precedente e-mail."

Se non hai iniziato, come fai a dire che funziona? Vabbe', che domande faccio, a uno che si chiama di nome Trinci.

Francesca S. Gissi
"Sarà fortuna ma dopo solo due giorni ho ottenuto un incontro... poi ti saprò dire..."

Sarà che sono maschilista, ma dopo solo due righe sono convinto che ti chiederanno un chinotto in cambio del lavoro... poi mi saprai dire.

Eugisto V. Catania
"Vivo in posto che non ci sono molte opportunità di lavoro tradizionale, ma grazie alla guida ho trovato i 2 luoghi che mi hanno permesso di far capire cosa so realmente fare. Non credo ai miracoli, ma la guida aiuta davvero, ve lo dice uno che le ha provate tutte. grazie"
Ti chiami Eugisto, hai evidenti problemi con la lingua Italiana, sei di Catania e hai comprato questa cacata di libro. Fai te, ma se davvero trovi lavoro, io comincerei a crederci, ai miracoli.





In chiusura, tre immagini tratte ancora dal sito per illustrarvi solo tre dei bellissimi e qualificati lavori che potreste trovare grazie a questo meraviglioso libro!



Cerchiare annunci sui giornali con la matita rossa 




Fissare uno schermo spento 




Diventare un nippo idiota








(Ah, se vi interessa, il ilbro costa 49 euri e novantacinque, e cliccando sull'acquisto si apre una pagina per la transazione che Google Chrome identifica come insicura... MEGALOL)






49 commenti:

  1. Eugisto è un gallo.

    Ma lo schermo oltre ad essere spento è fatto di pongo?!

    RispondiElimina
  2. Sono convinto che è stata una trovata di Brunetta

    RispondiElimina
  3. Io lavoro col computer su internet12 agosto 2011 14:59

    WOW.
    Non ho voglia di cliccare sul link, ma se quei messaggi di chi ha comprato il libro sono i migliori, non òso immaginare i commenti che hanno censurato.

    E comunque tutte e tre le foto (sopratutto la baldracca che fissa lo scermo spento) non valgono un peto di Megan Fox. Dico io ti sei rincoglionito in vacanza?

    RispondiElimina
  4. Io mi domando perchè tutti abbiano il doppio cognome.

    RispondiElimina
  5. dove cazzo è la foto di Megan Fox!? uno legge tutto con attenzione, si sofferma pure sulla faccia degli ebeti, ma sa che in fondo verrà ricompensato, e invece? mi trovo il nippo idiota che mi punta quel suo dito del cazzo... e non pensare che io sia ironico, NON E' UNO SCHERZO - E' LA REALTA' !

    RispondiElimina
  6. Secondo me i tizi e le tizie del banner si stanno sganasciando all'idea che un idiota qualsiasi possa davvero comperare quel libro...

    Cordialità

    Attila (che non riesce a loggarsi)

    RispondiElimina
  7. Il nippo pare stia prendendo il volo alla Superman...

    RispondiElimina
  8. Svedese, non è il doppio cognome, è la città di residenza.

    RispondiElimina
  9. Che fesso il tizio, ma tu cellhaiunlavorofisso?

    No perchè è il nuovo trend, sai, ora è cool.

    RispondiElimina
  10. A Rodi nessuno si chiama Boris. A meno che non si tratti di Rodi in Grecia. In quel caso cambia tutto.

    RispondiElimina
  11. @Ettore: A meno che Rodi fosse un'esortazione.

    RispondiElimina
  12. Questa pubblicità è davvero fatta male. Pare che il libro l'abbiano comprato solo i figli dei calciatori.

    Io l'avrei impostata più o meno così:

    Travaglio: "Cavaliere dove ha preso i soldi?"
    Berlusconi: "Grazie al libro Trovare Lavoro in Rete!"

    A quel punto ne avrei ordinato due copie.

    RispondiElimina
  13. i tuoi post sono sempre cosi interssanti che li salvo nella cartella cestino. e poi ne faccio un bekup nella cartella "Rosebound", lo slittino di Foster Kane, nella scena di chiusura.

    RispondiElimina
  14. "Tutti noi aspiriamo a 2 cose essenziali:
    1) La sicurezza di un posto fisso
    2) Un lavoro via internet divertente per integrare lo stipendio"

    Dev'essere questo il libro che Denzel Washington difendeva a morte in Codice Genesi.

    RispondiElimina
  15. Non c'era un capitolo su "repliche perfette di cronografi Rolex" o "addome scolpito in 6 giorni"?

    RispondiElimina
  16. Interessante la storiella dei contrabbandieri pugliesi.

    Allora la Guardia di Finanza ha vinto la guerra contro i contrabbandieri di Bari mostrando i coglioni.

    Peccato pero' che negli ultimi 15 anni a Bari e provincia siano diminuiti i contrabbandieri e siano aumentati in modo esponenziale i mafiosi.

    Pero' se c'era Fausto Bertinotti che piaceva tanto al Mastroviti col cavolo che con un governo neo-comunista aumentavano i mafiosi: i Rifondazionisti del Comunismo sanno benissimo come combattere la Mafia.

    Speriamo comunque che il Governo Berlusconi-Bossi continui a mostrare i coglioni come ha fatto finora perche' se aspettiamo che i coglioni li mostri Vendola possiamo aspettare all'infinito: Vendola infatti, se ti deve mostrare qualcosa ti mostra il culo e l'orecchino.

    Speriamo anche che il Mastroviti torni a Bari a fare qualcosa di utile per la sua Terronia mostrando i suoi grossi coglioni che continua a mostrare a Londra dove non si rischia nulla: a Londra infatti la mafia terronica non c'e': c'e' solo la solita negritudine rompicazzo alla quale dalla fine del colonialismo ai giorni nostri nessuno ha avuto mai il coraggio di mostrare i coglioni.

    E siamo arrivati al punto che la black culture e' stata assorbita dalla underclass bianca e insieme vanno in giro a saccheggiare la citta'.

    Troppo socialismo buonista!
    Che sia al Governo o alla Opposizione il Buonismo Socialista fa solo danno.
    Ma la madre dei Mastroviti e' sempre incinta.

    RispondiElimina
  17. vedo che già cercarlo oggi un lavoro è gia' un lavoro... stancante

    RispondiElimina
  18. è la madre degli anonimi (sapete di chi parlo) ad essere sempre incinta, purtroppo. E la madre degli anonimi, è una gran puttana.

    RispondiElimina
  19. Intanto, mentre voi fate "stra-LOL", nella patria del socialismo buonista arrivano gli sceriffi americani della Zero Tolerance e parlano di introdurre il servizio militare obbligatorio per portare un po' di disciplina in una nazione di giovani frustrati consumisti ignoranti come capre che scimmiottando i neri del "rap" si sentono esclusi non dalla societa' dei diritti (e dei doveri), ma dalla societa' dei consumi.

    E' la societa' del "I want it all, I want it now!": La "Cool Britannia" del Nuovo Socialismo multiculturale, multirazziale, del "volemmose bbene" Vendola style, del "la colpa non e' mia, e' della societa'", del "la famiglia e' un'istituzione superata"...e tutte le balle progressiste che hanno portato all'alcolismo di massa, al machismo di massa mutuato dalla "black culture", alla prostituzione di massa, all'universita' di massa che sforna centinaia di migliaia di semi-analfabeti che vogliono un posto in societa' e un salario che "rifletta" il sacrificio intellettuale consumato per raggiungere una laurea con la quale perfino i contrabbandieri di Bari si pulivano il culo.

    E il mondo, dopo tanto "Carnevale social-buonista", finalmente, davanti al Resto del Mondo indo-cinese che avanza per merito, per selezione, per senso del sacrificio torna di nuovo a spostarsi irreversibilmente a destra, dove la Legge e l'Ordine regnavano sovrani prima di venire anch'essi contaminati dal "buonismo" delle "mani tese" verso gli emarginati che chiedono "solo" che gli venga data un'"opportunita" per mostrare al mondo di cosa sono capaci.

    Il Regno Unito ha speso miliardi per questa gentucola e la stessa nazione si e' impoverita nelle spese "sociali".
    E questo e' il risultato: milioni di "mamme" tossicodipendenti da alcol, crack e marjuana che non sanno dove sono i loro teenagers e non si chiedono nemmeno come fanno a permettersi i telefonini dell'ultima generazione: basta che arrivino puntuali i soldi degli Housing Benefits, degli Unemployment Benefits, degli Assegni Familiari che insieme con i "lavoretti in nero" fanno entrare in quelle Case del Comune dove alloggiano e che costano miliardi solo per la riparazione dei quotidiani vandalismi l'equivalente di un salario di un "soft engineer" che dopo mesi di risparmi, e' riuscito a comprarsi "il nuovo giocattolo": la friggitrice.

    Quella gente la friggitrice la ruba al supermercato con la complicita' degli addetti alla sorveglianza che chiudono un occhio quando la "loro" gente va a fare la spesa.

    I soldi delle tasse, cioe' della gente che lavora, non quella che sta a casa con il mal di schiena (circa due milioni di sudditi della Regina) devono essere spesi meglio: le prigioni, per esempio, dove se non hai fatto i compiti assegnati di giorno in classe alla sera torni in cella senza cena.

    La mamma dei social-buonisti e' sempre incinta.

    RispondiElimina
  20. @anonimo:

    Grazie per avere esposto i tuoi pensieri. Siamo tutti molto interessati a sapere come la pensi. E' importante che tu condivida con noi le tue opinioni.

    Ora vattene cordialmente a fare in culo. Grazie.

    RispondiElimina
  21. L'anonimo/a è passato/a anche dalle parti mie firmandosi Rosa Abelli.
    Vabbè, io le ho pure risposto, porella.

    Comunque Sciuscia tu ridi, ma una volta mio padre ci cascò a piedi pari e mi disse "vieni a vedere sto libro che vendono che sembra interessante"...
    Mai lasciare un cinquantenne solo davanti al pc, dovrebbe dire questo il Moige.

    RispondiElimina
  22. "Mai lasciare un cinquantenne solo davanti al pc."

    Era dai tempi di "Coito, ergo cum" che non leggevo una frase così bella.

    RispondiElimina
  23. Ma no.... suvvia....non fate i permalosi....

    volevo solo far sapere agli "anglofili senza se e senza ma", quelli che sono scappati da Milano e da Bari per sfuggire al Berlusconismo e che da anni ci rompono i coglionazzi con l'Inghilterra qua, l'Inghilterra la', l'Inghilterra su, l'Inghilterra giu', "io a questo paese ancora non ci credo".... ma come sono bravi, educati, gentili, civili, democratici e tolleranti questi Inglesi...qui c'e' un sacco di lavoro: basta darsi un po' da fare.... "io quando vedo l'inaugurazione del Parlamento mi commuovo perche' capisco che sono arrivato in un paese veramente democratico"....eccetera eccetera....ecco io volevo solo ricordare a questi anglofili leccaculo teste di minchietta dei Manifesti di Euston che la verita' piano piano comincia ad emergere e che loro hanno fatto una mastodontica figuraccia di merda.

    Perche' in UK da 40 anni governava Murdoch entrando ogni settimana dalla back door di Downing Street per dare istruzioni al "Primo Ministro".

    E tutti stiamo aspettando le spiegazioni sociologiche del nostro anglofilo terroncino di Bari [dove la Guardia di Finanza Pugliese, 15 anni fa, ha sterminato i contrabbandieri di sigarette lasciando mano libera ai mafiosi] sulle recenti "rivolte under/class-middle/class inglesi" dove i bianchi e i neri, democraticamente "uniti nella lotta", hanno fatto razzia di telefonini per pagarsi una serata di binge drinking al "Dirty Dicks" di Liverpool Street. Per dimenticare l'emarginazione dalla societa' dei consumi.

    Aspettiamo con ansia l'ampio discorso del Mastroviti teso a superare i soliti posizionamenti da Curva Nord e Curva Sud, tipici dei salumieri di Soho.

    RispondiElimina
  24. Bentornato,
    Mi mancavi.
    E non farti venire strane idee.

    Ciao
    Zac

    RispondiElimina
  25. Aggiungo, tanto da non essere da meno, un appunto al genio "anonimo":
    "madri dipendenti dalla maryiuana".

    Sciacquati la bocca dopo aver sparato tale stronzata.

    Zac

    RispondiElimina
  26. Oh non ti immagini che pensiero mi è balenato in testa l'altro giorno: il fatto che tu sia gay. In-cre-di-bi-le.

    RispondiElimina
  27. E chi lo sa, magari lo sono.

    (no)

    RispondiElimina
  28. Anonimo, che cazzo dici, la colpa e' tutta di Howard il papero che avra' trasportato con se uno degli Occulti Super Sovrani dell'Universo il quale ha preso possesso delle teste di cazzo di Tottenham.

    Terpenzio

    RispondiElimina
  29. Mi chiedo due cose:

    1)Come mai l'anonimo non si firmi, visto che non scrive male. Anzi.

    2)Come mai tutto questo astio (anche tuo, Sciuscia) nei suoi confronti, se davvero dice cazzate. Temo, purtroppo, che non abbia tutti i torti e che voi, in fondo, ne siate consci.

    Non ha neanche tutte le ragioni, ma si smetta di esonerare le masse da qualsivoglia colpa. Ricordate Gaber, men: (l'uomo) nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà. Non è stato che l'inizio.

    RispondiElimina
  30. @Luca:

    Io non so cosa pensino gli altri ma sinceramente se ce l'hai con lo stato sociale, dovuto da chi ti governa, non da commercianti che si fanno il mazzo per fare il loro lavoro, vai a spaccare e a fare i raid all'equivalente di palazzo madama o palazzo chigi se proprio hai voglia, non a rompere e rubare dai negozi di altri cristiani che sgobbano o dare fuoco alle macchine di qualcuno che magari ha sudato 5 anni per permettersi 4 ruote del cazzo.
    Esattamente come non vai a fare il pacifista no-global a volto coperto essaltando camionette a suon di estintori.

    Terpenzio

    RispondiElimina
  31. @Luca:

    Credo che banalmente il fatto sia che quello che scrive anonimo non c'entra un cazzo col post (tra l'altro ha spammato gli stessi commenti in altri blog in cui c'entrava ancora meno) quindi a prescindere dalla giustezza o meno delle sue opinioni... francamente credo che di quello che pensa lui non freghi un cazzo a nessuno. Come credo che a nessuno freghi, giustamente, un cazzo di quello che posso pensare io. Non è che uno è obbligato a far sapere agli altri le proprie opinioni in luoghi in cui non si parla neppure degli stessi argomenti.

    RispondiElimina
  32. Maledetti rincoglioniti.




    Morg

    RispondiElimina
  33. Terpenzio, ti quoto.
    Alessandro, mi pare che comunque l'anonimo non abbia insultato nessuno tranne Vendola (il quale ultimamente sta ampiamente legittimando ogni eventuale insulto rivoltogli), mentre tu lo hai mandato cordialmente a fare in culo per una mera incoerenza contenutistica. Al di là della tua mancanza di educazione, vanno sottolineati due punti:

    1) Se realmente i post degli anonimi non sono altro che onanismi in pubblica piazza, che non c'entrano un cazzo con il post di Sciuscia, come mai quest'ultimo lo pubblica? Mi pare non sia nelle condizioni di dover elemosinare 3 o 4 commenti.

    2) "francamente credo che di quello che pensa lui non freghi un cazzo a nessuno. Come credo che a nessuno freghi, giustamente, un cazzo di quello che posso pensare io". Mi fa piacere tu abbia distrutto, in un secondo, il concetto stesso di Internet come condivisione. Non che io ci abbia mai creduto, ma è un dato di fatto che siamo tutti a fare i pompini a Tim Berners - Lee. Decidiamoci: o si crede nella nuova Comunicazione Non Mediata e in una nuova Coscienza del Web, e quindi le opinioni non solo si accettano, ma si adottano per dibattere e crescere (ahahah), oppure optiamo per l'intelligenza e mandiamo a fare in culo non l'anonimo, ma la madre degli anonimi, ovvero il Web stesso.
    Ammetterai che c'è questa sottilissima contraddizione in termini.

    RispondiElimina
  34. Mi riferisco allo zuccone di Repubblica, quello che da vent'anni si addormenta la notte pensando a come deve chiamare Berlusconi. Oggi se ne e' uscito con "Cuore Sanguinante"; ieri con "Caro Estinto" e il giorno prima con "Silvio Bicicloni".

    Cioe', uno che si guadagna da vivere cosi standosene seduto davanti alla tastiera gia' gli farei pagare una patrimoniale al mese e gli confischerei i nipotini, ma da un po' di tempo lo zuccone di Repubblica sta dando al Sultano Nano e Puttaniere anche l'appellativo di "Bugiardo".

    C'e' qualcuno qui dentro che crede che esistano politici che non raccontino balle e mantengano le promesse?

    Sembra di si: vedo infatti un sacco di zucconi con le mani alzate.
    Ecco, chiediamo allo zuccone del terzo banco dove ha visto politici che non raccontino balle e mantengano le promesse.

    "Sulla Luna, signor maestro, erano tutti abbronzati e dicevano:
    "Yes, We Can!"

    Eh Eh Eh

    RispondiElimina
  35. Mi pareva di aver postato un commento, che ora non riscrivo. Spero solo sia stato un errore del Dominus;

    RispondiElimina
  36. Spiego la "questione" con l'anonimo.

    È un tizio col quale sarebbe piacevole discutere, perchè non parla per nulla a casaccio.
    Peccato che imposti tutto su sue faide personali con gente che io non conosco, non leggo e che non mi legge... Risultando così sempre fuori luogo. Ergo, dopo adeguato avvertimento, ho adottato la politica di tollerare uno o due dei suoi commenti assolutemente staccati dal post, e di segare il resto.
    Non perchè non sia interessante, ribadisco, ma perchè non c'azzecca assolutamente nulla.

    RispondiElimina
  37. Idea.
    Ti va un'intervista sulla politica internazionale, Anonimo?

    RispondiElimina
  38. Grazie per l'apprezzamento.

    Non merito l'attenzione di un'intervista.

    Auspico solo che la sinistra italiana la smetta di scorreggiare con la bocca infestando la blogosfera di tanfi mefitici.

    Prendete il Guardian e incartateci il pesce.

    E dite all'Economist di farsi gli stracazzoni suoi e di smettere di organizzare Pizzate Italians con Beppe Severgnini per rincretinire sempre i piu' gli anglofili lecchini e paraculo che per tranquillizzare la mamma che sta a casa in pensiero ripetono ad infinitum che la merda della Regina Elisabetta ha un sapore....per cosi dire...diverso, un sapore di cacca piu' che di merda in senso stretto; anzi: un sapore di nobile escremento fuoriuscito da uno sfintere aristocratico: uno sfintere ariano.

    RispondiElimina
  39. Peccato, sarebbe stato interessante.

    E se puoi invitare chi ti pare? Mastroviti, Fanelli, Resto Del Mondo... le interviste a quattro spaccano il culo.

    RispondiElimina
  40. peccato che quest'anonimo (invero molto interessante) stia distogliendo l'attenzione da questo post da cui avrai ricavato chissà quanti libri in omaggio col tuo modo di disprezzare, celiare tutto teso ad incuriosire la stupenda platea di lettori di cui mi onoro di far parte...
    anonimo, mo' basta e per farti perdonare facci una bella stimolante ricinzione sul libro, dicendo almeno che tu già lo avevi comperato

    RispondiElimina
  41. Probabilmente stara' seguendo i consigli del libro in fatto di lavorare con internet. Magari prende 10 centesimi per ogni post che invia ad ogni blog.

    Terpenzio

    RispondiElimina
  42. @Luca:

    Si, ho iperreagito lo ammetto. Ma come detto: stessi commenti messi a fotocopia anche in altri blog mi sembrano più trollaggio che condivisione.

    Internet è condivisione, e va benissimo, ma chi ci scrive deve avere un minimo di autocritica. In quello che scrive anonimo ci vedo un paio di concetti interessanti assieme a una serie di sparate provocatorie e una serie di luoghi comuni.
    E Vendola mi sta sul cazzo quindi la mia non è la reazione del sinistrorso offeso perchè gli si tocca un mito, anzi.
    Il motivo per cui trovo fastidioso (e mi scuso col padrone di casa se ho messo avanti la mia reazione personale agli interessi degli altri commentatori reagendo in maniera scomposta) questo genere di esibizionismo commentatorio e che non mi sembra costruttivo, solo inutilmente provocatorio. Da troll, appunto.

    Poi: dire che l'anonimo non sta insultando nessuno mi pare generoso da parte tua. :)

    RispondiElimina
  43. Scusa se mi permetto Sciuscià ma torno prepotentemente in-topic: mi hai fatto ribaltare dalle risate, peccato fossi in pausa caffè ma sempre in ufficio ed è quasi scappata la figurona di merda... devo ricordarmi di non leggerti in certi orari :D


    (forse dovrei dar retta a Brunetta ed eliminare proprio la pausa caffè :P )

    RispondiElimina
  44. ahahahah grande!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  45. E' una bufala ed è anche facile da capire: uno di Tolentino non saprebbe mai usare la parola "fronzoli"!

    RispondiElimina
  46. mi mancavi sciuscia <3
    qualunque cosa abbia tu scritto

    RispondiElimina
  47. Mah, una delle bestie nere dell'Anonimo dai mille nomi ti segue. Giusto per dire. E con te un'intervista la farei anche (soprattutto se in cambio mi dici dove trovi perle come quelle di questo post).

    Però un'intervista con un tale che mi augurava di essere violentata (non ho la memoria breve, sorry, certe cose le ricordo) avrei qualche problemino a rilasciarla. Sarà per un'altra volta, credo capirai.

    RispondiElimina

SATIRA SCIUSCIESCA non censura, ma spam, bot e sostenitori degli Uddùe saranno segati.