27 dicembre 2011

'N ber post su Renata Porverini, ahò [uscito in edicola con il Mucchio]


Renata Polverini è la presidente del Lazio. Se non la conoscete, è la regione grande in mezzo all'Italia.

Diciamoci la verità, senza Floris che la invitava a Ballarò una volta sì e quell’altra anche, non avreste nemmeno saputo chi fosse. Certo, anche essere a capo di un sindacato inesistente ha influito.

Scheletri nell’armadio: Veltroni la stimava al punto da volerla candidare nel PD.

Perché un pezzo sulla Polverini? Semplice, non ha alle spalle l’apparato intimidatorio di Formigoni.

Quella vittoria giustificò i soldi spesi da Mons. Bertone per diventare ventriloquo.

Presidente giovane, amministratrice lungimirante, personaggio politico di rinnovamento: ehi, è facile trovare definizioni che non c’entrano un cazzo con la Polverini!

L’elezione della Polverini può anche esser spiegata come una risposta dell’elettorato al particolare clima esterno che si viveva nel Paese in quei giorni, come la polemica riguardante l’esclusione delle liste PDL del Lazio perché presentate in ritardo. O lo scoprirsi governati da un presidente frocio.

Tra i più convinti sostenitori di Renata Polverini è necessario ricordare Gianfranco Fini, dal quale ha ereditato lungimiranza politica, carnagione olivastra e un fastidiosissimo prurito alle palle.


--------------------------------------------------------------

Continua a leggere tutto gratuitamente senza comprare l'arretrato del Mucchio, cliccando qui: http://www.umoremaligno.it/2011/12/polverini-eri/


--------------------------------------------------------------



Inoltre, siccome la redazione di Umore Maligno ama particolarmente il gratis, eccovi la migliore strenna natalizia del 2011: il primo libro di Umore Maligno in edizione completamente gratuita!



[la copertina è stata realizzata in esclusiva per UM da Elvira Gerardi,
di gran lunga la migliore grafica italiana]





Mezzo centinaio di pagine di satira razzista, maschilista, antisemita, blasfema e coprolalica. Ma ci sono anche delle cose brutte.


Il libro può essere scaricato in versione integrale e completamente gratuita a questo link.

Se poi, per motivazioni che non riusciamo ad immaginare e delle quali preferiamo rimanere all'oscuro, desideraste stringerlo fra le mani in foggia di volume, potete ordinarlo utilizzando il servizio Lulu a quest’altro link.

Il prezzo è di euri 8.00 a copia, IVA e spese di spedizione escluse, 3.58 dei quali finiranno nei capaci forzieri di Umore Maligno e saranno utilizzati per mercimoni sessuali e acquisto di droghe (la redazione suggerisce naturalmente la soluzione a scrocco).

Se infine volete la collector's edition firmata dagli autori e intrisa di sangue sacrificale di neonato, sapete cosa fare.





14 commenti:

  1. È voluto il fatto che tu abbia linkato ELISAgerardi.tumblr eccetera?

    Se no, se lo viene a sapere ti incula con la sabbia.

    RispondiElimina
  2. Oooooups! Grazie della segnalazione, correggo subito... lo strap-on da Elvira me lo eviterei.

    RispondiElimina
  3. E la cena?
    Com'e' andata la cena di Natale a casa della famiglia Casetti?

    Il Resto del Mondo muore dalla voglia di sapere quante tonnellate di cibo riesce a stivare nelle budella la Famiglia Casetti.

    Dunque, riassumiamo il pranzo:

    Al mattino (immagino alle ore 9.30/10,00) una bella fetta di Focaccia di Bari, quella di Eugenio Mastroviti, il rifugiato politico che e' scappato dalla Terronia per colpa di Berlusconi e dei Sarchiaponi.

    Poi il pranzo (alle 13.30/14.00) con un piatto di pasta fresca, burro e, immagino, Parmigiano Reggiano.

    Segue il tacchino con i contorni di:

    cavoletti di Bruxelles, purea di carote al burro, radice di pastinaca, caponata, zucchine e melanzane.

    Al posto del pane: i sacaduros che sono piu' radical chic.

    Seguono i dolci: Crema di Mascarpone, Pandoro, e il Christmas pudding.

    Il tutto viene innaffiato con vini NON italiani perche' quelli italiani fan caccare.

    Sfido io che non c'era posto per i formaggi!

    Ma alla sera la famiglia Casetti non avra' mangiato solo "cucchiaiate di formaggi"?
    Se cosi fosse immaginiamoci la fame di Resto del Mondo il giorno dopo.

    Ah, il giorno dopo:
    com'e' andata il giorno dopo?
    La Blogosfera muore dalla voglia di sapere cos'ha mangiato la famiglia Casetti il giorno di Santo Stefano che in UK si chiama Boxing Day?

    Che tipo di abbuffata ha fatto la famiglia Casetti il giorno dopo Natale?

    Ma non e' tutto!
    Il Resto del Mondo e' col fiato sospeso per un altra ragione e l'attesa si fa sempre piu' snervante: Tutti infatti vogliono sapere cosa stara' mai preparando Marta Casetti per il Cenone di Capodanno!

    Dev'essere una Abbuffata di quelle "alla Tognazzi", caratterizzata dalle stesse suggestive scene finali del film dove tutti gli invitati se la fanno nei mutandoni perche' nelle budella non c'e' piu' posto.

    In quella famiglia mangiano tutti come pitoni! Che appetito che hanno!

    Chissa' se un giorno potremo anche noi partecipare a queste luCULliane celebrazioni!

    RispondiElimina
  4. elvira me l'ero persa.
    elvira spacca.
    grazie zio sciuscia.

    RispondiElimina
  5. La Polverina è una delle poche politiche che deve la propria carica ad una trave piuttosto bizzarra...

    Cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  6. Ma non è Lotito il presidente del Lazio?

    RispondiElimina
  7. mi sono posto la stessa domanda del Conte....

    RispondiElimina
  8. Devo dire che la più fine è quella sul ventriloquio.
    Aggiungo un saluto cordiale con facili e volgari esternazioni sul papa !

    RispondiElimina
  9. la presidente del Lazio è una grandissima stronza...

    RispondiElimina
  10. Ma chi è 'sto Veltroni di cui ogni tanto leggo il nome sui blog? E' gergo giovanile?

    RispondiElimina
  11. Auguri Sciuscia e che il 2012 ti veda ancora più corrosivo (o si dice stronzo?).

    RispondiElimina
  12. Auguri Sciuscia per il 2012!

    Se ti senti depresso vai nel blog di Marta Casetti e comincia a ridere anche tu.

    Marta ha cominciato ieri e non ha ancora smesso: risate cosi capitano di rado.

    Prendiamole al volo perche' nel 2012, sempre per colpa di Berlusconi, vedremo l'Apocalisse.

    http://www.feathers.me.uk/2011/12/30/sempre-il-club/

    RispondiElimina
  13. buon anno.
    per rimanere in tema.

    RispondiElimina
  14. Ce voleva proprio. Mortacciacci sua.

    Bon anno.

    RispondiElimina

SATIRA SCIUSCIESCA non censura, ma spam, bot e sostenitori degli Uddùe saranno segati.