20 luglio 2010

Ora che questi Mondiali di merda sono finiti posso fare un post sul calcio senza cavalcare (troppo) l'onda



Il calcio - e questo a detta di tutte le persone intelligenti, e cioè Europei e Sudamericani - è il gioco più bello del Mondo (the most beautiful game in the World).

L'origine di questo sport - il calcio, è di questo che stiamo parlando - si perde nella notte dei tempi (the night of the times). Fu infatti tale Sir John Paul Kickoff, un aristocratico inglese con problemi di pressione a causa della sua cameriera diciottenne, a crearlo nel lontano 1789.
Ma in Inghilterra non esisteva ancora la Premiership (premiata nave), così il mai arrendevole Kickoff tentò di esportare il gioco in Francia, dove però passò inspiegabilmente in secondo piano.

L'idea era però stata lanciata ed era solo questione di tempo prima che qualcuno la riprendesse.

E quel qualcuno fu Lorenzo de' Medici, un tipico figlio di papà (father's son), oltre che figlio di un noto chirurgo fiorentino. Il de' Medici, venuto in possesso degli scritti originali di Kickoff, adattò il gioco alle usanze italiane, copiando spudoratamente il regolamento della Serie A (the A-serious code). Purtroppo, anche in questo caso, il calcio non ottenne il successo sperato (the expired success).

Ottanta anni più tardi (eighty years later), il conte di Cavour, certo Camillo Benso, un noto produttore di spumanti di sottomarca, codificò il gioco, aggiungendo nuove regole che lo resero popolarissimo (very but very popular). Si deve infatti al Cavour la regola secondo la quale, per fare goal, si deve far entrare il pallone in porta.

Da qui è tutto un fiorire di regolamenti, postille, varianti e note a margine; alcune, a onor del vero, senza troppo seguito.
Come ad esempio la proposta di Enrico Fermi di usare un pallone d'acciaio satinato negativamente carico, o l'idea dei Fratelli Bandiera di giocare su di un campo di cocomeri a piena maturazione.
In questo senso è doveroso menzionare nomi illustri anche al di fuori dei confini nazionali (the national frontiers). Nomi come quello del falegname tedesco Montesquieu, che ipotizzò la linea di centrocampo in mattoni forati da 8 e alta tre metri. O come quello del drammaturgo spagnolo Schopenauer, che cercò d'introdurre le reti in filo spinato del 19 (of the nineteen).

In seguito iniziò un periodo di oscurantismo di quattordici secoli, durante il quale Arrigo Sacchi, un uomo proveniente da una realtà parallela, introdusse la zona e il fuorigioco (the zone and the off-side, but he copied the diagonal, too).

Si arriva così ai giorni nostri, al Campionato Italiano di Calcio del 1889, vinto per la cronaca dal Genoa, che lo giocò da sola (she soloed it).
Vi sono in seguito parecchi anni di dominio della Pro Vercelli, trascinata dal suo fantasista Giovanni Giolitti.
Si passa quindi per il ventennio fascista, durante il quale a tutte le squadre che volevano fare le sofisticate ed usare nomi strani vennero tolti i grilli dalla testa. L’Inter divenne Ambrosiana; la Juve se la cavò grazie ad una trovata di Bettega e Giraudo, i quali s'inventarono che "Juventus" è una parola latina.
Ci fu poi la grande Inter di Moratti, ma su questa squadra dei compagni interisti mi hanno chiesto di non fare battute ed io rispetterò il loro desiderio (i will respect their wish).

Giungiamo così alla storica Italia-Germania di Messico '70, passata alla storia come la partita in cui vennero fumate più canne negli spogliatoi.
Andiamo avanti rapidamente per trovare gli azzurri trionfanti nell'82 in Spagna (the lights blues triumphing in Spain in the eighty two). Quell'anno vi fu un rapido impennarsi dei casi di cirrosi epatica dovuti ad abuso alcolico, ma Marco Tardelli poté realizzare un'ottima esultanza da utilizzare poi in seguito per lo spot di "Kalo Uomo".
L'86 fu invece l'anno di "Argentina que Mundial", un proverbio fiammingo di nessun significato.
Quattro anni più tardi è invece la Germania di Beckenbauer a laurearsi campione, ma l'anno prima era accaduto qualcosa di ancora più storico: l'Inter aveva vinto lo Scudetto (vedevasi anche: miracolo, evento leggendario, mito atavico).
Nel '94 la F.I.F.A. decise di vendere tutta la baracca agli U.S.A., in maniera tale che poterono essere messi in opera i peggiori Mondiali che si ricordino nella storia delle umane vicende. In compenso, nessun calciatore patì il freddo, soprattutto a Pasadeena.
Nel '98 la Francia attestò la propria supremazia nel Ramino e nel Backgammon, oltre a vincere la Coppa del Mondo.
Altri due anni e tocca di nuovo all'Italia festeggiare, stavolta per la vittoria, proprio a spese dei cugini transalpini, nell’Europeo 2000, grazie alla doppietta realizzata dallo juventino Alex del Piero nella gara finale.
Il resto è storia recente.
Nel 2002, nell'ambito dei Mondiali organizzati dalla mafia coreana, è stato il Brasile a trionfare, mentre quattro estati fa, dovutamente al fatto che io mi sia fidanzato, le combinazioni astrali sono saltate da ogni schema e di conseguenza l'Italia ha potuto vincere in Germania la Coppa del Mondo.
In ultimo, grazie anche a Lippi che ha convocato i merdosi calciatori della Juventus (ma dico io, anche un idiota avrebbe chiamato Milito e Snejeder, cazzo!), la Spagna ha vinto pochi giorni fa la sua prima Coppa del Mondo.

E con questo siamo giunti alla fine di questa breve, ma completa storia del giuoco del pallone (short but vary complete football game history).

Oggi, purtroppo, il calcio non è più quello sport dalla nobile storia che vi ho appena descritto.
Le contestazioni sono all'ordine del giorno, non esistono più le bandiere di una volta, e soprattutto gli arbitri sono continuamente al centro delle polemiche, nonostante l'opera di calmiere svolta da alcune trasmissioni quali "Contro Campo" o "Il processo di Biscardi". Il fatto è che bisognerebbe cercare di ricordarsi, di tanto in tanto, che gli arbitri sono uomini e che, come tutti gli uomini, sbagliano.
Il fatto che sbagliassero sempre a favore di Moggi, poi, secondo me era del tutto casuale.


Chissà che cazzo c'avrai da ridere, coglione




36 commenti:

  1. Ah-ah-ah... geniale (specialmente la didascalia nella foto di Cannavaro).

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  2. Sciuscino! è un pò che non passo perchè non riesco a seguirti in automatico... c'hai il blog troppo complicato per una pippa come me!
    Comunque sono felice di vederti sempre bello carico... e con una cosa luccicante al dito!!!!
    UHHHHHHHHHHHH!

    RispondiElimina
  3. Problemi coi fìdd, Calzetto?

    RispondiElimina
  4. il mondiale è stato umiliante.
    e sono cose che posso accettare solo durante il sesso.

    RispondiElimina
  5. Grazie per il 2000 grazie grazie grazie e ancora grazie!
    Ogni volta che ci ripenso non riesco nemmeno a bestemmiare iddio...

    RispondiElimina
  6. divertente, e a tratti cattivo, però non troppo.. col matrimonio ti starai mica addolcendo??

    RispondiElimina
  7. Sciuscia ti vorrei ricordare il gol di Alex in Germania-Italia semifinale dei mondiali 2006. Ma del resto, che ci parlo a fare di calcio con un interista?

    RispondiElimina
  8. Sciuscia perchè non ti trovi un lavoro?
    (Shoes Shine, Why don't you get a job)

    RispondiElimina
  9. Pensa che, in una realtà parallela alla nostra, Del Piero nella finale con i transalpini del 2000, invece di mettere in porta due facili palloni nel momento in cui si trovava in una comoda posizione sul versante sinistro dell'area avversaria, è stato così brocco da cannarli entrambi e i franzosi del cazzo ci hanno tirato due sberle e si sono presi l'Europeo...

    Per fortuna che nella nostra realtà il tizio che parla con gli uccelli beve tanta acqua e digerisce bene!

    Cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  10. i mondiali sono meravigliosi,sia quando li vince l'italia che quando li vince il burundi:trovarsi ogni sera per vedere ghana-usa o camerun-danimarca è bellissimo.adesso se ti ritrovi in casa a guardare raiuno trovi un medico in famiglia e altre fiction.le notti estive in casa non hanno senso,ha senso invece uscire ogni sera,anche se di martedì sera non c'è un cacchio

    RispondiElimina
  11. Concordo su Cannavaro. Però ho un dubbio sulla finale degli europei. Io mi ricordo che il giorno dopo la finale un tizio di mezza età (più che mezza) col cerone, i capelli d'asfalto e i tacchi, che in quel periodo era il capo dell'opposizione disse qualcosa a proposito dell'allenatore italiano...
    Non era contento: ricordi?

    RispondiElimina
  12. Cara Annarella,

    Ma tu pensi che quei due fossero froci?
    A volte le apparenze ingannano.

    Non bisogna mai giudicare il prossimo dalle apparenze.

    Per esempio:
    Se io dovessi giudicarti per quello che scrivi dovrei concludere che sei una donna cui manca il cazzo. (Nel senso che non riesci a rimorchiare).

    E invece sappiamo tutti che scopi come una vacca.

    RispondiElimina
  13. Ha un sacco di soldi, ne ha presi altrettanti col mondiale e si è fatto le vacanze in qualche isola sperduta del cazzo con qualche gnoccona.

    Forse è per questo che ride.

    RispondiElimina
  14. Guarda che me lo ricordo, Greg, quel goal. Ricordo che mentre tutti esultavano per una marcatura inutile, io bestemmiavo pensando che per colpa di quella segnatura lo avremmo convocato anche agli europei...

    Marco, è che è una cosa scritta anni fa e riadattata nel tempo. Avevo un'altro stile, forse, allora.

    RispondiElimina
  15. Emix, perché nessuno mi paga per quello che voglio fare io.

    RispondiElimina
  16. Dreams, se le gnocche che tromba sono tutte come sua moglie, non lo invidio. Cioè, Cannavaro è un calciatore così scadente che non è riuscito nemmeno ad avere una moglie fica come ogni giocatore che si rispetti ha.

    Derio, c'hai ragione. Di fatto, da un mondiale, io mi aspetto partite da vedere con gli amici e parecchia birra scadente. Peccato che la RAI abbia comprato cinque partite contando le tre dell'Italia e la finale.

    Bertoldo, cazzo è che dici..?

    RispondiElimina
  17. Grazie grazie anche per il commento di oggi :-D

    CIAO!!!

    RispondiElimina
  18. "vinto per la cronaca dal Genoa, che lo giocò da sola (she soloed it)".

    Quel "she soloed it" vince il fottuto Pulitzer per la letteratura. Sciuscia di diritto tra gli eroi! Però sono d'accordo con Faina quando dice che abbiamo perso per colpa delle mogli dei calciatori che non hanno dato i giusti ultimatum (vedasi post apposito).

    Solo, mi spiace che tu ti sia sposato. Diventerai amorevole e meno cinico, meno gnocca sul blog (non a caso stavolta c'è Cannavaro) e questo non è positivo :(

    Maroc

    RispondiElimina
  19. ehi ehi dai non eravamo soli a giocare quel campionato... eravamo in 4 e tre si sono ritirati! Eh eh...
    Cmq Cannavaro ride pensando a quanto gli hanno dato per non darci mai di testa al mondiale...

    RispondiElimina
  20. "Come ad esempio la proposta di Enrico Fermi di usare un pallone d'acciaio satinato negativamente carico, o l'idea dei Fratelli Bandiera di giocare su di un campo di cocomeri a piena maturazione" è la cosa che mi è piaciuta di più, poi mi è piaciuto il kalouomo, per il resto l'ho trovato un po' lungo e ridondante.

    Comunque bentornato e tanti auguri per la consorte :)

    RispondiElimina
  21. Ahah il commento su Cannavaro e la moglie l'ho appena inserito come firma su Facebook :))

    Bravo Sciuscia, collega interista che denigri il maledetto (ex)gobbo bollito che da noi faceva finta di essere infortunato e nel frattempo si accordava con Moggi. E che ha rubato il pallone d'oro ad un (meritevole di rispetto)gobbo come Giggi Buffon.

    RispondiElimina
  22. Cioè, mentre i francesi attaccavano la Bastiglia un inglese inventava quell'orrido gioco che distrugge parecchie menti ogni domenica?

    Eppoi Winston Churchill ha anche il coraggio di dire che "gli italiani perdono le partite di calcio come fossero guerre e le guerre come fossero partite di calcio" ?!

    o.t. per gli auguri sono in ritardo, lo so, ma per essere stupita no spero :)

    RispondiElimina
  23. Hai ragione:
    D'Alema non e' il piu' stronzo di tutti i sinistronzi-dimmerda che popolano la penisola: c'e' anche Eugenio Mastro-Ballista, ma si e' trasferito dal Sud della penisola italica al Sud dell'isola albionica. E' in esilio perche' quel fascistone del Berluska gli ha scassato l'economia e costringe tanti cervelli come il suo, ad alta percentuale di fosforo, a sfamarsi altrove.
    Non gli si puo' dar torto: prima che il Berluska facesse "ground zero" della prosperrima economia meridionale, il Sud attirava schiavitu' negra da tutto il continente africano ed esportava D'Addario in ogni angolo del mondo. E faceva allegre passeggiate "contro la Mafia".

    Perche' uniti, in esilio, si vince. Specie se la lotta alla Mafia la fa quel fascista razzista di Roberto Maroni....

    RispondiElimina
  24. Secondo me la cosa della rete in filo spinato era una furbata (In my opinion the thing of the spinated retis was real foxy).

    Cmq grazie.
    Primo post sul calcio che leggo (addirittura fino alla fine).

    RispondiElimina
  25. senti, ora posso francamente dirci una cosa: sei l'unico oltre al mio nuovo mito, cesare pompilio, ad affrontarci con delicatezza e arguzia i probbblemi di questo nobile sport (non so se a te fa lo stesso effetto, per me cesarone è quasi ipnotico, non riesco a staccarci gli occhi di dosso).

    RispondiElimina
  26. Hai ragione Ashley:
    Cesare Pompilio è l'unico che riesce a fondere il sex appeal di Gabriel Garko nei momenti più felici con la sagacia e l'oratoria di Cicerone mentre parla dello sport pedestre!

    Rinnovo le cordialità

    Attila

    RispondiElimina
  27. dipende da che punto di vista osservi:da una parte è vergognoso che la rai dia solo le partite di sera e non tutte e 64,dall'altra la rai ha evitato di uccidere alcune partite con la telecronaca di bagni

    RispondiElimina
  28. lui se la ride giustamente, l'ingaggio con gli arabi ce l'ha... sono gli altri i "pallonaria3 ad essere incazzati con loro, i calciatori. Loro se la godono. Qualcuno li paga, perchè se dovessero campare con quello che gli dò io, dovrebbero staccare le reti dalle porte e usarle per procurarsi il cibo!

    RispondiElimina
  29. Le brevi traduzioni in inglese hanno reso il tutto molto british.

    RispondiElimina
  30. Quando c'è un governo di destra l'Italia fa puntualmente una figura di merda.

    Ah, ma parlate di pallone?

    RispondiElimina
  31. Sassicaia Molotov:

    Hai cagato oggi?

    RispondiElimina
  32. Eh, "she soloed it" l'ho amata appena partorita, Maroc.

    Volpe, che bello, sono tornati i tuoi commenti tecnici... bacino.

    Veramente, Lettore_Di_Sinistra, l'ha rubato al capocannoniere della squadra campione, ossia Marco Materazzi.

    Border, "real foxy" merita rispetto.

    Ashley, a me ci fa sesso, ma sì come che sono eterometrosessuale, non ci posso pensare più di parecchio.

    Derio, forse se questi mondiali li avessi visti su Sky avremmo vinto. Insomma, dai: Bagni.

    RispondiElimina
  33. Troppo lungo.
    Sono però convinta che se avessi avuto tempo e diottrie per leggerlo avrei avuto cose interessanti da dire in merito.

    RispondiElimina
  34. Grazie grazie anche per il commento di oggi :-D

    CIAO!!!

    RispondiElimina
  35. Eh, "she soloed it" l'ho amata appena partorita, Maroc.

    L'ho immaginato. Posso versarle un centinaio di euro al mese per l'adozione a distanza?

    Maroc

    RispondiElimina
  36. Interista ladrone.

    RispondiElimina

SATIRA SCIUSCIESCA non censura, ma spam, bot e sostenitori degli Uddùe saranno segati.